QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 9° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 19 dicembre 2018

Cronaca giovedì 29 novembre 2018 ore 11:38

Ucciso dal gommista, era in Ue da due mesi

Vitalie Tonjoc nella foto diffusa dai carabinieri
Vitalie Tonjoc nella foto diffusa dai carabinieri

Intanto le forze dell'ordine hanno battuto a tappeto il territorio della provincia aretina per cercare il complice che ha agito insieme a Tonjoc



MONTE SAN SAVINO — Vitalie Tonjoc, il ladro ucciso dal gommista era entrato nell'Unione europea dalla Romania a settembre, come dimostrato da un visto apposto sul suo passaporto. L'ipotesi è che sia arrivato in Italia poco dopo aver ricevuto quel visto, quindi circa due mesi fa.

Gli inquirenti cercano di capire da quanto tempo Tonjoc fosse in Italia e a fare cosa

I carabinieri hanno contattato la polizia moldava per avere informazioni. Per adesso nessun familiare o conoscente si è fatto vivo o è stato intercettato. Tonjoc aveva in tasca il portafogli con 250 euro e il passaporto.

Intanto carabinieri e altre forze dell'ordine stanno cercando in tutto la provincia di Arezzo il complice del moldavo di 29 anni rimasto ucciso a Monte San Savino dopo essere stato ferito a colpi di pistola dal gommista Fredy Pacini, durante un tentativo di furto. 

Per questi fatti Pacini è indagato per omicidio colposo per eccesso colposo in legittima difesa. I carabinieri sono certi che i ladri entrati nella proprietà di Pacini erano almeno due ma solo Tonjoc sarebbe entrato nel capannone, svegliando Pacini.

I militari hanno acquisito vari filmati di telecamere di sorveglianza per risalire anche all'auto con cui i due sono arrivati e con cui uno solo è fuggito.

E' stato sequestrato il piccone usato per rompere un vetro dell'ingresso e la pistola con cui il commerciante ha sparato, regolarmente detenuta. L'arma, una Glock 9x21 ha sparato cinque colpi. Due hanno colpito Tonjoc.

Pacini aveva dichiarato di far subito 38 furti, dal 2014 i carabinieri hanno appurato che ne sono stati denunciati solo sei. L'avvocato di Pacini ha detto che non tutti i furti o i tentati furti subiti da Pacini erano stati denunciati.

Pacini vive nel capannone da quattro anni, insieme alla moglie. Hanno creato un soppalco dove ci sono camera, angolo cottura e un piccolo soggiorno.

Pacini è sotto choc per quanto accaduto, è stato lui a chiamare i carabinieri dopo aver sparato. I militari hanno a loro volta avvertito il 118 ma il moldavo è morto sul piazzale.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Cronaca