Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO15°20°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
venerdì 01 dicembre 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Hamas pubblica un video di Yarden Bibas: il padre del piccolo Kfir in lacrime mentre apprende la morte della famiglia

Attualità venerdì 14 ottobre 2016 ore 11:22

Scuolabus acquistato grazie agli amici senegalesi

Lo scuolabus acquistato con il risparmio dalla gestione dei profughi senegalesi ospiti da un anno e mezzo a Torrita è a disposizione della comunità



TORRITA DI SIENA — Lo scuolabus, dotato di una piattaforma per disabili, è attivo da qualche giorno sul territorio comunale a servizio di bambini e ragazzi che abitualmente usufruiscono il servizio. Lo scuolabus riporta una scritta che ricorda a tutti con quali risorse è stato acquistato: “acquistato con il contributo di gestione dei nostri otto amici senegalesi”.

Il nuovo scuolabus produrrà al Comune un ulteriore risparmio in quanto fino ad ora il trasporto di studenti disabili veniva effettuato da terzi rappresentando una spesa aggiuntiva per la comunità, spesa che con il nuovo scuolabus non sarà più necessaria. Il nuovo mezzo sarà anche una fonte di benessere per agli studenti disabili che ne usufruiranno in quanto potranno tornare a casa insieme ai propri amici, passare con loro più tempo senza dover essere costretti a prendere un altro mezzo.

La gestione degli otto profughi senegalesi ospiti da un anno e mezzo nel Comune, dal primo gennaio al 31 dicembre 2016, ha prodotto un avanzo tra i 40 e i 45mila euro, che è stato impiegato, appunto, nell’acquisto del nuovo scuolabus e di defibrillatori che saranno installati a breve sul territorio. Operazione questa fatta in collaborazione con la Pubblica Assistenza, che ha provveduto tramite corsi gratuiti a formare tutti quei cittadini volontari che hanno aderito al progetto per imparare ad usare questi strumenti salvavita.

“ Possiamo affermare – dice il sindaco Grazi - che l'impostazione della gestione immigrati diretta da parte del nostro Comune, comporti un oculato controllo dei costi con avanzi che permettono il reinvestimento sui servizi destinati alla nostra comunità”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno