Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:29 METEO:MONTEPULCIANO12°26°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 24 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Blanco, una fan lo tocca durante il concerto. Polemica sui social: «È una molestia»

Attualità giovedì 20 gennaio 2022 ore 10:35

Donazioni di organi, a Nottola vince la generosità

Nonostante la situazione di pandemia gli espianti non si sono mai fermati. In una settimana tre interventi nella Asl sud est



MONTEPULCIANO — In tempi di stress sanitario con gli ospedali coinvolti pesantemente nella cura del Covid, sapere che ci sono ancora tanti gesti di solidarietà è molto rassicurante. Le donazioni di organi non si sono mai fermate, un esempio sono le tante richieste che hanno mobilitato l'ospedale di Nottola.

E’ avvenuto nella notte del 13 gennaio l’espianto di fegato che ha permesso di salvare una vita al Cisanello di Pisa. L’organo, donato da un paziente in morte cerebrale, è stato trasportato, dopo i controlli di rito, nella struttura pisana. Il donatore era iscritto all’Aido.

Una nuova donazione il 18 notte, che, però, non si è finalizzata. Questi casi possono accadere, in quanto l’intero protocollo per procedere a un trapianto è molto severo e controllato.

Il direttore della Uoc Anestesia e Rianimazione Salvatore Criscuolo in merito alle due donazioni di Nottola ringrazia: "Il reparto di Rianimazione dove erano ricoverati i due pazienti, il personale della sala operatoria del pronto soccorso, il Coordinamento locale donazione organi della Asl Toscana sud est e il Centro regionale trapianti”. Le parole più sentite, però, sono verso i donatori: “La donazione degli organi è il più grande gesto d’amore che si possa compiere".

Sempre il 18, questa volta all’ospedale San Donato di Arezzo, è stata fatta una donazione di fegato. Il ricevente che aspettava l’organo si trovava al Cisanello.

La sostanziale tenuta delle donazioni in tutto il territorio dell’Asl Toscana sud est è confermata dalla direttrice del Coordinamento locale donazione e trapianto per l’azienda Lara Entani Santini: “L’anno scorso il numero delle donazioni è stato in linea con quello degli altri anni, il Covid non ha fermato la generosità”. Una notizia che in questi tempi non è affatto scontata e che rassicura.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Insieme alla lista "Per Monte San Savino" incontra i cittadini stasera a Palazzuolo e martedì ad Alberoro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità