Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO20°36°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 18 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Nicola Cage si scusa: «Non sarò al Festival di Taormina». Suo figlio è stato arrestato
Nicola Cage si scusa: «Non sarò al Festival di Taormina». Suo figlio è stato arrestato

Attualità lunedì 16 novembre 2015 ore 16:54

È partita la vaccinazione antinfluenzale

Sarà possibile vaccinarsi fino a tutto Dicembre; il picco massimo di incidenza della malattia è previsto, come tutti gli anni, tra Dicembre e Febbraio



SIENA — La vaccinazione antinfluenzale è offerta in modo gratuito agli anziani sopra i 65 anni e agli adulti e bambini affetti da malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio, circolatorio, renale, malattie degli organi emopoietici, diabete ed altre malattie dismetaboliche, sindromi da malassorbimento intestinale, fibrosi cistica, altre malattie congenite o acquisite che comportino carente o alterata produzione di anticorpi, patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici.

La vaccinazione è inoltre gratuita per le donne che sono nel secondo e terzo trimestre di gravidanza durante la stagione epidemica, per gli addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo, e per il personale di assistenza o i familiari di soggetti ad alto rischio.

La vaccinazione è raccomandata non solo perché protegge dalla malattia ma anche perché in grado di ridurre il rischio di complicanze, ricoveri e decessi, più frequenti nelle persone con patologie croniche ed anziani. L’influenza, lo ricordiamo, è la principale causa di assenza dal lavoro e da scuola, e, ancora oggi, la terza causa di morte in Italia per patologia infettiva.

Al vaccino antinfluenzale si aggiunge, per i cittadini che compiono 65 anni, l'offerta attiva e senza alcun costo della vaccinazione antipneumococcica, fino ad oggi gratuita solo per le categorie a rischio. I nati nel 1950, individuati in questo primo anno di introduzione della vaccinazione come classe di età ottimale per la risposta immunitaria, potranno così vaccinarsi anche contro lo pneumococco.

La AUSL 7 ha ordinato 3235 dosi di questo vaccino. La Asl fa presente che la vaccinazione antipneumococcica è importante perché la malattia nell'anziano e nel paziente a rischio è responsabile di gravi infezioni quali meningite, polmonite e batteriemia. E' inoltre sufficiente una sola dose di vaccino, non sono necessari richiami.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si risveglia la passione a farsi imprenditori, con aumento delle attività mentre però crescono anche le cessazioni. La Toscana provincia per provincia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità