Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:31 METEO:MONTEPULCIANO5°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Attualità giovedì 28 ottobre 2021 ore 11:18

“Paese che vai, Dante che trovi” anche a Sarteano

Roma, 15 ottobre 2021, sede Parlamento Europeo in Italia - Alessio Rossi, Virginia Scaramelli e Francesco Pipparelli, i fondatori di "Do' si va?" ricevono il premio dall' l'On. Brando Benifei e la giornalista Metis Di Meo

Il progetto ideato dai giovani di “Do’ si va?” finalista al premio “Cittadino Europeo 2020”. Iniziativa nel 700esimo della morte del Sommo Poeta



SARTEANO — Nell’anno dei festeggiamenti per il settecentenario della morte di Dante Alighieri (avvenuta nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321), simbolo e icona della cultura italiana nel mondo, il Comune di Sarteano in collaborazione con Do’ si va? e la Nuova Accademia degli Arrischianti hanno dato vita al progetto “Paese che vai, Dante che trovi” per riscoprire i comuni e luoghi della Toscana che da Dante ha citato nella Divina Commedia rendendoli, così, “immortali” con i suoi versi. “Paese che vai, Dante che trovi” lega i luoghi citati da Dante ai versi che li descrivono e, attraverso brevi video, i luoghi citati dal “Sommo Poeta” vengono attualizzati e presentati in chiave contemporanea. I video mostrano, attraverso il contemporaneo, le peculiarità dei diversi posti citati da Dante ne “La Divina Commedia”, mentre una voce narrante - un attore locale - recita i versi del poema stesso. “Paese che vai, Dante che trovi” ha già toccato i comuni di Sarteano e Monteriggioni (in provincia di Siena), Fiesole (in provincia di Firenze), Santa Fiora (in provincia di Grosseto) e la città di Pisa.

Nel video di Sarteano la voce narrante è quella di Pierangelo Margheriti, attore che fa parte della Nuova Accademia degli Arrischianti, ma le collaborazioni coinvolgono anche “Le donne della Commedia” - associazione che gestisce il Museo di Dante a Firenze e che si propone di raccontare la vita e l’opera di Dante attraverso il punto di vista delle donne che ne sono state protagoniste - e l’Associazione Culturale Internazionale “Melquiades” - fondata nel 1997 da Angelika Georg e Joerg Fischer della compagnia Teatro Shabernak - che ha sede a Montelaterone, una frazione di Arcidosso, in provincia di Grosseto.

Un modo sicuramente coinvolge per continuare ad apprezzare, a distanza di tanti secoli, i canti di Dante ma soprattutto che rende visibili a tutti i luoghi decantati, rendendoli “immortali” come i versi del “sommo poeta”.

Un’importante opportunità per il nostro progetto che si è occupato si dall’inizio di promuovere attraverso i social i luoghi della nostra regione, per la quale teniamo a ringraziare il Comune di Sarteano - dichiarano i giovani ideatori di Do’ si va? - “Potere condividere e mostrare al nostro pubblico, fondamentalmente composto da giovani, quello che vediamo e che visitiamo anche attraverso gli occhi e i versi di Dante è un’altra sfida che abbiamo accettato con piacere. Il nostro obiettivo è di permettere al maggiore numero di persone possibili di comprendere la potenzialità dei luoghi toscani e chi meglio del Sommo Poeta può darci una mano?”.

Intanto, il progetto “Do’ si va?” ideato dai tre giovani toscani (Francesco Pipparelli, Alessio Rossi e Virginia Scaramelli) è giunto alle finali del premio “Cittadino Europeo 2020” (European Citizens' Prize) la cui cerimonia si è svolta a Roma, lo scorso 15 ottobre, presso la sede Parlamento Europeo in Italia. L’“European Citizen’s Prize” mira a dare riconoscimento alle iniziative che contribuiscono alla cooperazione europea e alla promozione dei valori comuni dell’Unione. I dieci finalisti hanno ricevuto una targa, oltre alle motivazioni che hanno mosso la commissione a nominarli; questa quella di “Do’ si va?”: “Per l’impegno profuso per incoraggiare lo scambio multiculturale ed il sostegno al turismo. Per la condivisione di storie della regione, per recuperare una vita normale e per superare questo momento difficile”.

“Do’ si va?” è un progetto nato durante il periodo di lockdown, dovuto al Covid19, del 2020 ed è stato pensano dall’idea di tre giovani toscani che si chiedevano dove avrebbero potuto trascorrere le vacanze nel momento di ripresa degli spostamenti. Nel corso del primo anno di vita del progetto i giovani sono andati alla scoperta e riscoperta dei luoghi vicino casa con la finalità di promuovere il turismo di prossimità, sia a livello locale che regionale, e per farlo hanno utilizzato format informali per documentare, scoprire, intervistare (dosiva.zyrosite.com). Per vedere alcuni video già realizzati dai giovani di “Do’ si va?” vi segnaliamo quello girato a Sarteano (https://youtu.be/otXUMDWcFaw) e Chianciano Terme (https://youtu.be/4ZsZIRWW1Dk). 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Inaugurato il cartellone di eventi che accompagnerà tutto il periodo delle festività. Oggi la prima performance con gli artisti del circo bianco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità