comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:45 METEO:MONTEPULCIANO17°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 20 ottobre 2020
corriere tv
Coronavirus, Conte firma il nuovo Dpcm: più poteri ai sindaci. Dai ristoranti alle palestre, ecco cosa cambia

Politica martedì 22 settembre 2020 ore 01:20

​La Valdichiana cambia colore e vota Ceccardi

La candidata del centrodestra si impone in 7 comuni su 7 con percentuali superiori al 50%. A Castiglion Fiorentino tira "l'effetto Agnelli"



CORTONA — Sette su sette. In Valdichiana Susanna Ceccardi sbaraglia lo storico fortino rosso e si impone nella corsa alla presidenza della Regione su Eugenio Giani, candidato del centrosinistra. Sarà lui il nuovo governatore toscano ma in questa regione, qualcosa e forse più di qualcosa sta cambiando. 

Non ci sono più le percentuali “bulgare” di un tempo e la novità politica è l'avanzata costante del centrodestra che migliora le performance elettorale rispetto a quella delle precedenti elezioni regionali, nel 2015. Ceccardi ha saputo convincere gli elettori della Valdichiana che per la prima volta certificano il cambiamento.

Nei sette comuni della vallata aretina gli elettori premiano la candidata del centrodestra: Castiglion Fiorentino, Foiano della Chiana, Lucignano, Marciano della Chiana, Cortona e Civitella in Val di Chiana.

Su tutti svetta Castiglion Fiorentino dove a tirare la volata alla Ceccardi è stato “l'effetto Agnelli”. Il sindaco di centrodestra che può contare su un appeal politico molto elevato tra i castiglionesi e che giusto poco più di un anno fa conquistò il Comune con oltre il 74 per cento delle preferenze, è stato sicuramente determinante nell'affermazione della candidata presidente del centrodestra che a Castiglioni ha ottenuto 3463 voti, contro i 2153 di Giani. Oltre 1300 voti di differenza. In percentuale, l'abisso tra i due sembra ancora più grande: 56,78% contro il 35,3%. Non a caso il Agnelli commenta in un post su Facebook: “Ora Castiglion Fiorentino ufficialmente non è più una roccaforte rossa”.

Colpisce anche il dato Lucignano: gli elettori hanno assegnato alla candidata del centrodestra 834 voti, pari al 49,35%, mentre Giani si ferma al 42,19 per cento (713 voti). Un dato significativo nello splendido borgo della Valdichiana dove il centrosinistra ha sempre “regnato”. 

Accade così anche a Foiano della Chiana, primo paese della vallata a chiudere lo scrutinio. Anche qui vince Susanna Ceccardi con il 46,75% dei voti. La candidata del centrodestra ha ottenuto 1743 preferenze mentre Eugenio Giani rimasto a quota 1618 (43,4%). Anche Marciano della Chiana non ha dubbi: gli elettori hanno premiato Ceccardi con ben 890 preferenze, il 54,9% dei votanti. Staccato Eugenio Giani che con 603 consensi si arresta al 37,2%.

A Cortona dove il centrodestra governa con il sindaco Luciano Meoni, il trend si conferma appannaggio della candidata presidente di centrodestra. A Susanna Ceccardi gli elettori consegnano 5214 voti pari al 49,98 delle preferenze, mentre il candidato del centrosinistra Giani ottiene 4492 voti pari al 43,06. Un distacco netto di circa mille voti tra i due competitor. Significativo anche il dato di Civitella in Val di Chiana, comune amministrato dal centrosinistra, dove gli elettori hanno dato una chiara indicazione premiando la Ceccardi con 1631 voti contro i 1238 ottenuti da Giani. Tradotto in percentuale: 51,61 Ceccardi contro il 39,18 di Giani.

Complessivamente, il voto in Valdichiana sancisce un netto cambio di rotta nel gradimento degli elettori che hanno premiato la candidata del centrodestra. Dato politicamente significativo in una vallata governata a livello amministrativo dal centrosinistra. Ormai da decenni. 



 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport