Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO20°36°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 18 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Flavio Briatore: «Come fa una famiglia a vivere con 4mila euro al mese?»
Flavio Briatore: «Come fa una famiglia a vivere con 4mila euro al mese?»

Cronaca venerdì 10 marzo 2017 ore 11:35

Olio extravergine venduto con etichette irregolari

Ingente quantitativo di bottiglie di olio extravergine di oliva con etichette irregolari è stato trovato dai carabinieri forestali di Cortona



CORTONA — Gli uomini della stazione Carabinieri Forestale di Cortona hanno sequestrato in un magazzino situato nel territorio cortonese un ingente quantitativo di bottiglie di olio extravergine di oliva riportanti etichette irregolari.

Da alcuni mesi gli uomini della Forestale avevano avviato un’indagine riguardo alla vendita on line di olio extravergine di oliva. Su un sito internet statunitense erano state notate alcune bottiglie di olio con etichette irregolari e che richiamavano la città di Cortona e la Toscana in generale.

Dal tenore delle descrizioni presenti sulle pagine web i militari hanno subito ritenuto che non si trattasse del solito caso di prodotti esteri che sfruttano la reputazione gastronomica del nostro Paese, ma che quell’olio potesse veramente venire dall’Italia ed in particolare dalla Valdichiana.

L’assenza nelle etichette di riferimenti a ditte o a frantoi italiani ha reso arduo il compito degli investigatori, che sono riusciti ad individuare il nominativo di un’azienda sospetta solo dopo una lunga serie di controlli incrociati sui registri dei frantoi della zona.

Da qui è scattato un controllo presso un deposito nel Comune di Cortona, dove sono state rinvenute 157 bottiglie di olio con etichettatura evocativa del “Toscano IGP” e 79 bottiglie con etichetta riportante la scritta “Cortona”. Le bottiglie, con etichetta in lingua inglese, erano destinate al mercato americano.

Gli accertamenti condotti dai militari hanno consentito poi di appurare la reale provenienza dell’olio, effettivamente prodotto con olive colte e frante in Valdichiana, ma non certificato da alcun Ente.

I produttori di olio, per potersi fregiare del marchio “Toscano IGP” devono infatti assoggettarsi ad un sistema di controlli e certificare partita per partita il loro prodotto, sostenendo quindi costi di produzione più alti.

I militari hanno pertanto provveduto a porre sotto sequestro tutte le bottiglie d’olio rinvenute con etichetta irregolare. Sono inoltre state elevate sanzioni amministrative, per un totale di 10000 euro, per l’uso non consentito di nomi geografici, per evocazione di una IGP e per l’assenza delle registrazioni obbligatorie.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si risveglia la passione a farsi imprenditori, con aumento delle attività mentre però crescono anche le cessazioni. La Toscana provincia per provincia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità