Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:05 METEO:MONTEPULCIANO6°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, le case in bilico e la distruzione provocata dalla frana: il video dal drone

Attualità mercoledì 28 settembre 2016 ore 12:49

Il progetto Bonifiche Ferraresi secondo il M5S

Portavoce M5S Cortona Matteo Scorcucchi

Nel consiglio comunale del 13 settembre è stato chiuso l’iter amministrativo del progetto che Bonifiche Ferraresi vuole attuare in Valdichiana



CORTONA — M5S ha votato contro il porgetto per esprimere il suo disappunto non al progetto agricolo ed agronomico dell’Azienda, bensì all’edificazione di oltre 6.000 mq di capannoni presso la località I Granai di Santa Caterina, a fianco di una strada di estremo interesse storico-paesaggistico.

“Già da prima dell’inizio dei lavori provammo a chiedere all’amministrazione che per la realizzazione dei capannoni venissero valutate altre aree all’interno degli oltre 1.300 ettari di terreni di proprietà di Bonifiche Ferraresi. Purtroppo non abbiamo mai ricevuto risposte in merito, non è mai stata presa in considerazione tale ipotesi, e questo è quello che più di tutto ci ha fatto decidere per un voto contrario” – spiega il portavoce del M5S.

“Crediamo che la nostra richiesta di valutare un’alternativa per l’ubicazione delle nuove strutture da realizzare fosse più che legittima, auspicabile e possibile, considerata l’importanza che il paesaggio rappresenta per la nostra economia basata in maniera considerevole sul turismo oltre che sull’agricoltura stessa. Incredibilmente, invece, siamo stati tacciati, assieme a chi ha condiviso le nostre stesse posizioni, di voler ostacolare lo sviluppo agricolo del territorio cortonese e le attività di un’azienda che vuole investire in Valdichiana, definendoci come persone che vogliono intromettersi su affari, che a parere della maggioranza e del capogruppo di Futuro per Cortona, non sarebbero dovuti riguardare né a noi né agli altri cittadini che avevano presentato regolari e legittime osservazioni al progetto”.

Poi M5S continua: “L’amministrazione ha usato poi un metodo abbastanza inopportuno, quando il Sindaco ha letto in Consiglio Comunale i nomi e cognomi di tutti i sottoscrittori delle osservazioni, schernendoli e facendo probabilmente un’operazione di intimidazione. Riteniamo questo gesto un fatto di una gravità assoluta al quale non riusciamo a dare un connotato diverso da quello esposto sopra. L’amministrazione ha anche provato a raccontare la storiella che le osservazioni alla variante sarebbero arrivate fuori dai termini, cosa del tutto falsa dato che vi erano a disposizione 60 giorni dalla data di pubblicazione sul BURT avvenuta il 06/07/2016, e visto che le osservazioni erano state tutte protocollate prima del 06/09/2016. Essi sono talmente spudorati che mentono sapendo di mentire.”

Un altro punto che ha prodotto il voto contrario del M5S, come spiega il portavoce: “E’ la decisione del tutto arbitraria presa dal Comune di Cortona di non assoggettare il progetto a VAS (valutazione ambientale strategica), il che è abbastanza strano non tanto per i capannoni, ma sopratutto per il fatto che verrà praticata un’agricoltura di tipo intensivo industriale con l’uso quindi di fitofarmaci e fertilizzanti di vario tipo negli oltre 1.300 ettari di terreni della società, oltre tutto in un’area idricamente fragile, considerando che stiamo parlando di zone ex paludose dove l’acqua tende a ristagnare, quindi non possiamo immaginare gli effetti che avranno sotto il profilo dell’inquinamento delle falde l’utilizzo di certi prodotti. Inoltre non vorremmo che con questa operazione l’azienda si appropriasse del marchio Cortona a discapito dei piccoli produttori locali che non possono certo reggere la concorrenza del prezzo e della capacità di accedere sia alla grande distribuzione, sia ai mercati internazionali di Bonifiche Ferraresi, per prodotti come ad esempio l’olio di oliva”.

Infine M5S conclude: “Riteniamo scandaloso e non meritevole del ruolo che riveste, l’atteggiamento autoritario, arrogante ed ostile, che quasi tutto il Consiglio Comunale ha avuto nei confronti di chi come noi, chiedeva semplicemente una riflessione ed una attenta valutazione di quello che si stava votando”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un sito fake con offerte super convenienti del combustibile ha indotto in inganno una donna di Radicofani. I carabinieri hanno denunciato 2 persone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca