Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:40 METEO:MONTEPULCIANO24°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Attualità venerdì 16 luglio 2021 ore 10:00

Esposizione armi antiche e rare ad uso venatorio

Iniziativa del "Club doppietta a cani esterni Italia" con il patrocinio del comune di Cortona. L'evento da domani fino al 25 luglio a palazzo Ferretti



CORTONA — Un'occasione da non perdere per i tanti cacciatori e appassionati d'armi del territorio. A Cortona, infatti, si terrà una mostra tanto unica quanto particolare. da domani, sabato 17 fino al 25 luglio, in esposizione fucili antichi e rari utilizzati nell'attività venatoria.

L'evento è reso possibile grazie al "Club doppietta a cani esterni Italia", e già dal nome di intuisce tutto, con il patrocinio del comune di Cortona

Gli appassionati di attrezzature venatorie e di storia potranno ammirare oltre 60 doppiette a cani esterni e la completa evoluzione dei fucili da caccia dal 1750 ad oggi, dalla pietra focaia al luminello fino ad avancarica e retrocarica. 

In esposizione anche sculture in legno, in ceramica, quadretti di caccia, foto rurali e anche una speciale rappresentazione fotografica curata da Luciano Bigozzi che insieme a Luciano Lorenzini, Roberto Lucattini, Giuseppe Innocenti, Pietro Ceroni ai soci del club ha offerto alcuni dei materiali in mostra. Spazio centrale alla grande collezione di Cosimo Azzinnari.

Nella giornata conclusiva della rassegna, domenica 25 luglio, alle ore 10, alla pineta di Sant’Egidio si terrà la conferenza dibattito su: "Agricoltura, ambiente e mondo venatorio" a cura della guida ambientale Beatrice Milani, con gli interventi di Francesco Mattei e di Roberto Mazzoni della Stella.

L’iniziativa del "Club doppietta a cani esterni Italia" nacque proprio a Cortona nel 2017 per diventare itinerante con un’edizione nell’anno seguente a Castiglion Fiorentino, ma con la pandemia gli organizzatori hanno deciso di ripartire proprio dalla città etrusca.

"Siamo lieti di ospitare questa esposizione - dichiara l’assessore all’Agricoltura del Comune, Paolo Rossi - e di contribuire alla realizzazione di un momento di confronto con gli esperti alla luce dei cambiamenti che interessano il nostro ecosistema ambientale e il clima con conseguenze di grande impatto anche per il mondo agricolo e venatorio, realtà che ci auguriamo possano sempre più dialogare fra loro al fine di lavorare per la tutela dell’ambiente e delle nostre eccellenze oltre che del paesaggio".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Raggiravano i malcapitati rifilandogli prodotti scadenti e svuotando loro il portafogli. Beccati e denunciati dai Carabinieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca