Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:MONTEPULCIANO16°30°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 11 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Cronaca martedì 24 febbraio 2015 ore 09:52

Condannati i ladri del colpo a villa Ercolani

Il capo della banda è stato condannato a cinque anni, quattro anni e sei mesi al complice, quattro anni al basista e agli altri due complici



MONTEPULCIANO — Sono stati condannati i componenti della banda che il 19 Agosto del 2013 armati di pistola e travisati fecero irruzione nella villa di Sergio Ercolani dove si trovava con sua moglie e una loro nipote di 29 anni. I malviventi legarono l’imprenditore, sua moglie e sua nipote e minacciandoli si impossessarono di 55 mila euro in contanti.

Le indagini, coordinate dei carabinieri della compagnia di Montepulciano coordinati dal pm Andrea Boni, preso subito avvio e in nove mesi furono scoperti e arrestati i responsabili, dieci mesi dopo sono stati giudicati e condannati.

Fin da subito i carabinieri appurarono che la rapina era stata portata a termine grazie alla complicità di un basista. Era stato lui a dare informazioni utili ai complici e infatti questi pur essendo nato in Albania era domiciliato proprio a Montepulciano e conosceva bene le vittime. Nel giro di alcuni mesi i carabinieri accertarono che la banda era formata da quattro albanesi e da una donna romena.

Uno di loro fu arrestato a Napoli con documenti falsi, uno a Montepulciano, la donna e il suo convivente a Roma, mentre l'ultimo nel nord Italia. A tradire i malviventi oltre alla ricostruzione del traffico telefonico anche la viacard con cui era stata pagata l'autostrada nello spostamento tra la capitale e Montepulciano.

Alla banda hanno portato tutte le prove raccolte dai militari anche quel nomignolo con il quale uno dei banditi aveva chiamato l'Ercolani la notte della rapina. Il bandito aveva lavorato nel ristorante dell'imprenditore poliziano fino al 2010.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si chiamava Paolo Gerli. L'incidente sulla Sp 31. Nell'impatto il centauro è finito nella scarpata, recuperato dai vigili del fuoco nella macchia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca