Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:41 METEO:MONTEPULCIANO10°19°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 11 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Russia, sparatoria in una scuola a Kazan: gli spari e gli studenti in fuga dalla finestre

Attualità martedì 13 aprile 2021 ore 10:00

Le scuole e la musica, i progetti si reinventano

La preside del'Istituto Comprensivo: "Dalla teoria alla pratica, rispettando tutti i protocolli e creando situazioni mirate all’inclusione scolastica"



CIVITELLA —  Con il sostegno del Comune di Civitella in Val di Chiana, il progetto “Musica” rivolto agli alunni della Scuola Primaria “Arcobaleno” di Tegoleto, vista l’emergenza da Covid-19 che impedisce l’utilizzo di strumenti a fiato, su richiesta delle docenti della Scuola Primaria è stato per questo anno riconvertito in lezioni nelle quali si tratterà l’importanza di imparare ad ascoltare musica e suoni, sviluppando la coscienza e conoscenza musicale e acustica. 

Alla Primaria “G.Rodari” di Ciggiano invece è attivato il progetto “Banda a Scuola”, in collaborazione con la Filarmonica di Ciggiano e con il contributo della Proloco, e coinvolge tutte le classi.

“La musica verrà affrontata attraverso attività varie – spiega la preside dell’Istituto Comprensivo Martiri di Civitella, Iasmina Santini – dalla teoria alla pratica, rispettando tutti i protocolli di sicurezza, e creando situazioni mirate all’inclusione scolastica. Il Progetto rivolto agli alunni delle classi 1^ e 2^ della Scuola Primaria “Arcobaleno” è svolto dal Prof. Stefano Albiani, esperto dell’Associazione Culturale ‘Iubal’, che presso la Scuola Primaria, nel presente anno scolastico, ha già effettuato un analogo progetto per le classi 3^, 4^ e 5^”.

Il Progetto di “Musica” ha avuto inizio il 10 aprile, per la classe 1^e 2^A, e terminerà al termine delle attività didattiche. Nelle classi il professore effettuerà le lezioni seguendo il calendario concordato con le insegnanti rispettando i protocolli anticovid di sicurezza.

L’associazione Culturale Iubal di Arezzo, in concerto con l’amministrazione comunale e i docenti collaboratori della Scuola di Musica Comunale di Badia al Pino, nell’anno scolastico 2020/21, vista l’emergenza sanitaria che ha impedito la realizzazione di alcuni progetti che già da anni cura nell’ambito della collaborazione tra Scuola di Musica Comunale e Istituto Comprensivo, ha riconvertito gli stessi in lezioni di avviamento alla musica attraverso l’ascolto e la percezione ritmico-sonora.

Infatti, se da un lato la pandemia non ha permesso la realizzazione dei progetti dedicati all’avviamento pratico-strumentale nelle classi IV e V della Scuola Primaria Arcobaleno (avviamento alla pratica del flauto dolce) e il progetto di Banda a Scuola con gli alunni della Scuola Secondaria di I grado, dall’altro in concerto con assessorato e ufficio scuola, ha stimolato la realizzazione di nuove proposte didattiche permettendo ai bambini del territorio di approcciarsi alla musica e ai suoni attraverso attività ritmiche che si sono svolte in tutta sicurezza.

Il progetto La scatola incantata, sempre in relazione al PEZ 2021, coinvolge quindi anche le classi prima e seconda della Primaria Arcobaleno. Come per le classi già coinvolte, il laboratorio condotto da Albiani anche nel caso di allievi più piccoli, mira a un approccio in cui è al centro l’ascolto di suoni e di ritmi. Sono portati avanti anche progetti nelle Scuole d’Infanzia Lo Scoiattolo e La Coccinella.

“Anche in questi tempi difficili di pandemia, grazie all’intesa e alla rete consolidata tra amministrazione comunale, Scuola di Musica e Istituto Comprensivo – commentano il sindaco Ginetta Menchetti e il vicesindaco e assessore alla Cultura Valeria Nassini – il progetto creato da Iubal offre la possibilità ai bambini del territorio di approfondire la loro esperienza musicale all’interno della Scuola di Musica comunale di Badia al Pino, con un’offerta formativa che possa interessare e soddisfare le esigenze e richieste degli utenti. Le iscrizioni alla Scuola di Musica hanno visto un importante incremento con l'inizio dell'anno. Questi indicatori già possono farci comprendere le strade culturali-educative possibili per un ritorno a scuola e alla vita sociale dei nostri bambini. È per questo che, visti gli entusiastici riscontri dei progetti Cajon nella scuola primaria, a seguito di richieste da parte di alcune famiglie è in fase di sperimentazione l’avvio di un corso di percussioni che verrà ufficialmente integrato nei programmi della Scuola comunale di Musica, a partire dall’a.s. 2021/22”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità