Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO13°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Laura Pausini si commuove dopo la vittoria del Golden Globe: «Sono molto emozionata»

Attualità venerdì 22 gennaio 2021 ore 14:15

La tessera sanitaria "si veste" da carta prepagata

Importanti novità nell'erogazione e nella fruizione dei buoni spesa grazie alla disponibilità di Banca Valdichiana. Ecco i dettagli dell'operazione



CHIUSI — Ammontano a 60 mila euro i fondi messi a disposizione dal Governo per il Comune di Chiusi da investire nei "buoni spesa", in aiuto delle famiglie in difficoltà a causa della pandemia. 

La terza tranche di questa importante misura registra delle novità interessanti, a partire dalla modalità di adesione degli esercenti, per la quale basterà fare domanda in Comune, oltre alla totale assenza di ritenute o qualunque altro tipo di spesa. Anche il sistema di incasso risulta essere semplice e chiaro visto che sarà lo stesso Comune di Chiusi a saldare, con bonifico, i singoli esercenti per il totale degli importi dovuti. 

Per quanto riguarda il fronte dei destinatari dei buoni spesa, sono ritenute in difficoltà tutte quelle famiglie che nel mese scorso non hanno percepito alcun tipo di introito oppure un introito fino a 600 euro al netto delle detrazioni previste nel bando (affitto e mutuo prima casa e/o attività chiusa per decreto, rata prestiti al consumo, spese per device o nuovi allacci per didattica a distanza e sgravi per ogni membro del nucleo familiare). 

Sono esclusi coloro che hanno patrimonio mobiliare fruibile superiore a 10.000 euro. Due le novità assolute per l’erogazione dei buoni spesa: la prima è che le domande dovranno essere compilate e inviate esclusivamente online mediante il sito internet del Comune della Città di Chiusi (chi avesse bisogno di aiuto può contare sul supporto dei Servizi Sociali); la seconda è la modalità di erogazione del buono che sarà caricata direttamente sulla tessera sanitaria del beneficiario tramite un software comprato da Banca Valdichiana e messo a disposizione gratuitamente al Comune di Chiusi, ai cittadini e agli esercenti. 

Grazie a questo software il beneficiario del “buono” potrà utilizzare la tessera sanitaria come una normale carta prepagata fino a esaurimento del contributo ricevuto, mentre gli esercenti avranno a disposizione un’app da utilizzare per scansionare il codice a barre e scaricare l’importo pagato. Al beneficiario del buono spesa arriverà una comunicazione attraverso sms o mail con l’importo speso e il saldo disponibile.

“Un sistema innovativo e in piena sintonia con le precauzioni ancora necessarie di contrasto al virus – sottolineano il sindaco di Chiusi Juri Bettollini e la vicesindaca Sara Marchini – Ringraziamo Banca Valdichiana per aver messo a disposizione del Comune questo software in modo gratuito, che siamo certi velocizzerà ogni tipo di operazione relativa all’erogazione e all’utilizzo dei buoni da parte dei cittadini. Invitiamo tutte le attività commerciali interessate a fare domanda e a chiedere agli uffici comunale ogni tipo di chiarimento perché la modalità di partecipazione è veramente semplice e soprattutto senza nessun tipo di spesa. Ovviamente invitiamo anche i cittadini a richiedere i buoni senza nessun tipo di timore o imbarazzo. La realtà che stiamo vivendo può aver creato difficoltà ad ogni tipo di persona e questo aiuto può essere importante per ritrovare nuova fiducia e speranza”.

“In una fase difficile come quella che ormai da quasi un anno stiamo attraversando a causa della pandemia da Covid - sottolinea il direttore generale di Banca Valdichiana Danilo Trabacca – Banca Valdichiana ha messo in campo numerose iniziative nell’ottica di essere vicina al proprio territorio di riferimento, alle famiglie alle attività economiche e alle istituzioni. Questa piattaforma per l’utilizzo semplificato dei buoni spesa è solo l’ultima delle iniziative, dopo le donazioni agli ospedali, i finanziamenti a tassi agevolati e la rimodulazione dei mutui. Si tratta di un software che la Banca ha acquistato e offerto ai Comuni del territorio in modo completamente gratuito”.

I buoni spesa sono spendibili solo negli esercizi commerciali con sede operativa nel Comune di Chiusi che aderiranno all’elenco “aperto” disponibile sul sito del Comune. Il valore del buono varierà da un minimo di 100 a un massimo di 400 euro. Per le famiglie con oltre cinque componenti l’importo sarà maggiorato.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità