comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 13° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
venerdì 03 aprile 2020
corriere tv
Il procuratore nazionale antimafia De Raho: «I clan hanno necessità di collocare i soldi liquidi: ecco come si approfitteranno della crisi»

Attualità sabato 05 novembre 2016 ore 14:57

Bonus cultura anche ai diciottenni di Chiusi

Sindaco di Chiusi Juri Bettollini

Il sindaco Bettollini scrive ai sessanta ragazzi neo maggiorenni del Comune per comunicare l'importante iniziativa che promuove la cultura



CHIUSI — La novità prende il nome di “18app” e consiste in un bonus di 500€ da spendere in cultura (teatri, musei, concerti, cinema, mostre, aree archeologiche, libri, parchi naturali) destinato a tutti i ragazzi che hanno compiuto o compiranno 18 anni nell’anno in corso. La comunicazione arriverà anche a tutti gli esercenti (librerie, musei, cinema, teatro) per sollecitare la veloce registrazione così da favorire l’accesso al bonus da parte dei giovani.

L’investimento su Chiusi da parte del Governo equivale a 30 mila euro che sono già pronti per essere messi a disposizione dei 60 ragazzi neo maggiorenni della città di Porsenna. Per poter accedere al bonus è necessario iscriversi sul portale “Spid” entro il 31 gennaio 2017 (anche prima del diciottesimo compleanno). Il bonus potrà essere speso fino al raggiungimento del tetto massimo oppure fino al 31 dicembre 2017. Per maggiori e dettagliate informazioni sono riportate nella lettera che nei prossimi giorni il sindaco farà recapitare alle case dei ragazzi.

“Il bonus - spiega il sindaco di Chiusi Juri Bettollini – pensato dal Governo è un’opportunità straordinaria che sono certo i ragazzi della nostra città sapranno cogliere e per questo motivo ho deciso di scrivere personalmente significando l’importanza di questa opportunità. Ogni giorno, anche camminando semplicemente per strada, viviamo e respiriamo cultura immersi nella bellezza dei lasciti del passato; le nostre città sono ricche di mostre d’arte, rassegne teatrali, concerti, biblioteche, librerie, musei, cinema che devono essere vissuti e consumati da tutti, ma in primis da quelle generazioni che rappresentano il futuro e che un domani guideranno il nostro Paese con la consapevolezza che tutte le forme di cultura devono essere tutelate e non rimpiante.”



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità