Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO14°22°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Un testimone dell'incidente di Satnam: «Abbiamo chiesto a Lovato di chiamare i soccorsi, ma lui diceva che era morto»
Un testimone dell'incidente di Satnam: «Abbiamo chiesto a Lovato di chiamare i soccorsi, ma lui diceva che era morto»

Cronaca martedì 07 marzo 2017 ore 10:47

Morì dopo un’emorragia, caso archiviato

Nel settembre 2014 un 62enne castiglionese morì in un seguito ad una violenta emorragia, la famiglia decise di presentare un esposto



CASTIGLION FIORENTINO — Il Gip Piergiorgio Ponticelli ha archiviato il caso relativo ad un 62enne di Castiglion Fiorentino deceduto nel reparto di pneumologia dell’ospedale San Donato nel settembre 2014.

L'uomo, broncopatico cronico, operato alcuni anni prima per una rottura dell’aorta addominale, arrivò al San Donato per una emorragia in corso di crisi respiratoria. 

Il 62enne fu sottoposto ad accertamenti diagnostici e a consulenze specialistiche. Le sue condizioni si stabilizzarono ed ulteriori esami portarono ad accertare la presenza di una grave patologia polmonare, per la quale era gia’ stato individuato il percorso assistenziale specifico. Improvvisamente l’uomo, che aveva riportato proprio al momento del ricovero uno stress aggiuntivo per il decesso sopraggiunto di un familiare stretto, ebbe una forte emorragia.

Nonostante i tentativi messi in atto dai sanitari del reparto e dai rianimatori fatti intervenire, l’uomo non ce la fece e morì dopo la violenta emorragia. I primi a parlare con i familiari furono i pneumologi e spiegarono che loro stessi avrebbero richiesto un riscontro diagnostico per accertare le cause dell’improvviso e inaspettato decesso.

I familiari presentarono un esposto alla Procura della Repubblica per chiedere l’accertamento formale delle cause di morte del loro congiunto.

In seguito al decesso vennero inviati alcuni avvisi di garanzia a medici e operatori sanitari ma proprio nei giorni scorsi il Gip ha firmato il decreto di archiviazione in quanto esclude “la sussistenza di condotte colpose ascrivibili ai sanitari, il cui operato è risultato corretto, compresa l’esecuzione della fibrobroncoscopia, il quale era pienamente indicato per il quadro clinico che presentava il paziente e venne altresì eseguita a regola d’arte”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Al secondo turno delle elezioni amministrative il sindaco uscente è stato rieletto con il 60,65% dei voti. Vignini si ferma al 39,35%
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Politica