Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:05 METEO:MONTEPULCIANO7°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, le case in bilico e la distruzione provocata dalla frana: il video dal drone

Spettacoli martedì 06 ottobre 2015 ore 08:25

Bruscello poliziano: nel 2016 sarà Bravium

Un bruscello che tornerà alle origini di una importante manifestazione poliziana, gli spettatori si caleranno nei panni degli abitanti del XIV secolo



MONTEPULCIANO — Queste le aspettative del “Bravium”, lo spettacolo del 2016 della Compagnia Popolare del Bruscello e rivelato in occasione del tradizionale pranzo dei bruscellanti che si è tenuto domenica 4 ottobre presso la mensa comunale.

Come di consueto, la stagione della Compagnia Popolare del Bruscello si è chiusa con un pranzo per festeggiare il successo del “Decamerone”, che ha animato Piazza Grande nei giorni di ferragosto, e della “Ciuca di Pipone”, il bruscellino che è stato portato nelle piazze poliziane lo scorso 13 settembre, nella forma più simile a quella della tradizione contadina. Il pranzo dei bruscellanti di domenica 4 ottobre è stata l’occasione per brindare assieme e per gettare le basi dell’edizione numero 77, il cui titolo è stato rivelato grazie a una torta realizzata per l’occasione. Il pranzo è stata anche l’occasione per ringraziare tutti i partecipanti e gli sponsor, oltre a tutte le persone che rendono possibile ogni anno il rinnovarsi di questo appuntamento tradizionale.

Adesso il pensiero si proietta subito alla stagione invernale, in cui verranno preparati i testi e le musiche del Bruscello 2016, che si intitolerà “Bravium”

“Sarà uno spettacolo che ci farà rivivere Montepulciano nel XIV secolo, il preludio di quello che poi sarebbe diventata l’attuale Bravìo delle Botti – hanno dichiarato il presidente della compagnia, Marco Giannotti, e il direttore artistico, Franco Romani – Già nel 1342 erano presenti le contrade: negli statuti comunali era indicata la quantità di cera in libbre che ogni contrada doveva consegnare in occasione della festa di San Giovanni Decollato (il 29 agosto) e quella di Sant’Agnese (il 1° maggio). Quarant’anni dopo, ci sono le prime tracce di una corsa di cavalli “alla lunga”, al cui vincitore veniva consegnato il Bravium. Abbiamo voluto riprendere questi episodi storici per raccontare il passato di Montepulciano e per trovare delle contaminazioni artistiche con un’altra importante manifestazione della nostra città, andando a mettere in rima gli antichi eventi che hanno portato poi alla moderna versione del Bravìo delle Botti.”

Al pranzo dei bruscellanti erano presenti le autorità comunali, il vescovo Stefano Manetti, il Presidente Nappini e il direttore Barbi della BCC Montepulciano, importante sponsor dell’evento. Ha partecipato anche il Reggitore del Magistrato delle Contrade del Bravìo delle Botti, Giulio Pavolucci, che si è detto entusiasta di questa collaborazione. Non resta quindi che attendere il prossimo anno per scoprire le origini del Bravium e per assistere a un’altra entusiasmante edizione del Bruscello Poliziano.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un sito fake con offerte super convenienti del combustibile ha indotto in inganno una donna di Radicofani. I carabinieri hanno denunciato 2 persone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca