QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 17° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 01 maggio 2017

Spettacoli venerdì 21 aprile 2017 ore 16:45

Arteatro presenta 'Piccoli crimini coniugali'

Sabato 22 aprile, ore 21.30, e Domenica 23 aprile, ore 17.30, al Teatro Poliziano va in scena una brillante commedia noir con finale a sorpresa

MONTEPULCIANO — Due aggettivi che “colorano” in modo assolutamente particolare il termine “crimini” che farebbe subito pensare a uno o più colpevoli: infatti, in questo testo noir, con un finale sorprendente e imprevisto, scritto nel 2003 dal prolifico commediografo francese Eric-Emmanuel Schmitt, i colpevoli di questi piccoli crimini coniugali sono entrambi i protagonisti.

Franco Romani, tra i fondatori di Arteatro Gruppo, direttore artistico, regista e scenografo di tantissimi altri spettacoli anche in quest’occasione, all’interno di una sua deliziosa scenografia, guida Alessandro Zazzaretta e Giovanna Vivarelli, che interpretano una coppia, che, in un crescendo lento ma inarrestabile, in un disvelarsi graduale e travolgente, è costretta a rivelare i propri, personali “Piccoli crimini coniugali” all’altro coniuge.

La vicenda mette in luce le problematiche di una vita a due, la gelosia, la paura di trovarsi da soli, le bugie che non servono a nulla se non a complicare le situazioni e ad alimentare i dubbi e a portare le persone a compiere atti di cui ci si può pentire amaramente. Questo copione e di conseguenza lo spettacolo fornisce spunti di riflessione grazie al modo di esprimersi concretamente dell’autore.

Ipocrisia, dramma, umorismo, vengono messi in luce in queste pagine raffinate, mantenendo un livello né troppo superficiale né troppo drammatico. Il trauma cranico con la conseguente amnesia temporanea di Gilles può rappresentare la voglia di staccare la spina da un rapporto che si pensa frustrante ma anche la base per mettere alla prova l’altro; il tentativo di Lisa di fargli ritornare la memoria è invece il simbolo della voglia di ricostruire un rapporto che si credeva devastato.

Arteatro Gruppo ha riservato in questa stagione una serie di capolavori, ricordando al pubblico che dal 1984, in questi trentatre anni, la sua vitalità non si esaurisce. La “Cena dei cretini” a gennaio, “Fo spettacolo” di alcune settimane fa, allestimento, quest’ultimo, articolato su tre autentiche delizie che, attraversando vari aspetti del teatro di prosa, ha fatto vivere autentiche emozioni e divertimento.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca