QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 7° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
domenica 26 febbraio 2017

Attualità giovedì 29 dicembre 2016 ore 17:06

In aumentano i reati sessuali

Un anno di attività per la polizia senese, il questore Maurizio Piccolotti, fa il bilancio dei servizi svolti sia di prevenzione che di repressione

CHIUSI — Nell'anno del Giubileo è stato notevole l'impegno nelle attività tese a garantire ed innalzare i livelli di sicurezza. Incisiva, al riguardo, anche l'azione di prevenzione e controllo del territorio dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico dei commissariati Chiusi Chianciano Terme e Poggibonsi.

Sia a Siena che in altri Comuni della provincia, tra i quali Abbadia San Salvatore, Asciano, San Gimignano, Monteroni D'Arbia, Casole D'Elsa, Murlo, Castelnuovo Berardenga, Montepulciano, Sarteano e Montalcino, sono stati effettuati pattuglioni straordinari, dove sono stati attuati in tutto 57 servizi straordinari di controllo del territorio, con l'impiego di circa 600 poliziotti. A questi si aggiungono i servizi con posti di blocco, effettuati sia a Siena, che a Chiusi e Poggibonsi in 19 occasioni, con un impiego di circa 115 equipaggi e 300 operatori di polizia.

La massima attenzione è stata rivolta anche alle misure di prevenzione, emesse nei confronti delle persone pericolose per l'ordine e la sicurezza pubblica, efficace strumento quindi per incidere sulle condizioni di sicurezza, cui hanno contribuito anche le segnalazioni di altre Forze dell'Ordine, in primis l'Arma dei Carabinieri. L'attività di repressione e contrasto alla criminalità ha invece portato all'arresto di 34 persone, dato stabile rispetto al 2015, e alla denuncia di 532 in stato di libertà, dato in lieve diminuzione raffrontato all'anno precedente, nel corso del quale nel territorio della provincia erano stati registrati tre rave party, con conseguente denuncia di centinaio di partecipanti, a fronte di uno solo nel 2016, grazie alla maggiore efficacia dell'azione di prevenzione svolta in modo coordinato da tutte le forze di polizia, nazionali e locali.

Rispetto allo scorso anno, si registra un decremento del dato relativo ai reati contro la persona mentre sono aumentati lievemente i reati a carattere sessuale da 10 a 12, tutti con autori individuati e denunciati. I reati contro il patrimonio sono generalmente diminuiti, soprattutto i furti in abitazione di circa il 20 % con un leggero incremento di quelli negli esercizi commerciali (da 87 a 92) e sulle auto in sosta (da 57 a 69), con una diminuzione di quelli con destrezza di circa il 20%, in diminuzione anche il numero delle rapine passato da 16 a 10.

Il numero delle estorsioni, prevalentemente connesse alla diffusione di virus informatici, è invece sostanzialmente stabile, come il dato relativo ai contrasto dei reati inerenti gli stupefacenti. Nel corso dell'anno sono stati sequestrati un totale di circa 540 grammi di sostanze stupefacenti, tra cui si evidenziano 365 grammi di cocaina e 160 grammi tra marijuana e hashish. Sempre in materia di stupefacenti sono state sviluppate 17 indagini, con l'arresto di 5 persone e la denuncia di altre 12.

Da evidenziare anche l'attività di prevenzione attuata con le autorità scolastiche, nelle scuole superiori di Siena e provincia, dove sono stati effettuati servizi di controllo, interno ed esterno, con le unità cinofile antidroga, che hanno portato all'individuazione di alcuni assuntori e al rinvenimento di piccoli quantitativi di droghe leggere.

Notevole è l'incremento in tema di procedure inerenti gli stranieri, curate dall'ufficio immigrazione: sono stati concessi 10.340 permessi e carte di soggiorno, con un incremento di circa il 20%, mentre sono state ricevute 677 domande di protezione internazionale a fronte delle 484 dell'anno precedente, con incremento di circa il 45%. La gestione degli stranieri, compresi i profughi, ha comportato il foto segnalamento di 3735 persone da parte della Polizia Scientifica presso la Questura ed il Commissariato di PS di Chiusi. I permessi rifiutati o revocati sono stati invece 476; 53 i decreti di espulsione emessi, oltre a 32 ordini del questore, a 7 accompagnamenti alla frontiera nei confronti di extracomunitari irregolari sul territorio nazionale, tutti dati in sensibile incremento, compreso l'ultimo che è quasi raddoppiato.

La polizia stradale ha eseguito numerosissimi servizi di vigilanza e controllo, con cadenza quotidiana, prevalentemente sui principali assi viari, procedendo al rilevamento di gravi incidenti ed alla identificazione di 7698 persone ed al controllo di 7106 veicoli, con la contestazione di 2782 violazioni al codice della strada, dato in sostanziale incremento rispetto all'anno precedente, ed all'arresto di 3 persone, nonché alla denuncia di altre 45.

Di rilievo anche l'attività dei due posti di polizia ferroviaria di Siena e di Chiusi, cui sono attribuite le competenze specialistiche negli ambienti ferroviari ed a bordo del materiale rotabile, che complessivamente hanno effettuato 1.049 pattuglie in stazione, 125 a bordo treno, oltre a 236 scorte ai treni e 66 pattugliamenti lungo le linee ferroviarie per contrastare, segnatamente, i furti di rame.

Per quanto attiene invece i reati informatici e quelli commessi mediante l'impiego di apparati informatici o comunque inerenti le comunicazioni, l'attività specialistica è stata svolta dalla locale sezione della Polizia Postale e delle Comunicazioni che ha raccolto oltre 190 denunce, procedendo alle relative indagini, denunciando 21 persone ed evadendo numerose deleghe da parte dell'Autorità Giudiziaria per attività investigativa di natura specialistica.

Infine, per contribuire alla diffusione della cultura della legalità, la polizia ha preso parte a numerosi incontri, sia presso istituti scolastici secondari di primo e secondo grado, fornendo consigli ed altre utili indicazioni per prevenire e combattere i rischi derivanti dall'utilizzo dei social e delle nuove tecnologie e in particolare il cyberbullismo, la pedopornografia e la diffusione di materiale delicato e sensibile.

Sempre per migliorare l'attività di comunicazione è stata attentamente curata nel corso dell'anno la pagina istituzionale facebook della Questura di Siena, che a poco più di un anno dalla sua apertura ha superato abbondantemente il numero di 3000 persone che la seguono.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità