QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 13°22° 
Domani 13°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
sabato 01 ottobre 2016

Attualità domenica 28 febbraio 2016 ore 12:42

“Vaccino day? Dosi finite già dalla mattina”

Mattia Savelli - Gianfranco Maccarone FdI-An

FdI-An attacca sull'organizzazione del “Vaccino day” che ha visto la somministrazione di circa 1190 tra Nottola, Campostaggia, Ruffolo e Abbadia

VALDICHIANA — Secondo Gianfranco Maccarone, vicepresidente provinciale FDI-AN e Mattia Savelli, dirigente provinciale FDI-AN le 1190 dosi di vaccino a disposizione del 'Vaccino day' sarebbero state insufficienti per coprire le esigenze.

"Siamo estremamente perplessi sull'organizzazione del cosiddetto vaccino day che negli ospedali di Nottola, Campostaggia, Abbadia San Salvatore e presso la sede del dipartimento di prevenzione del Ruffolo a Siena, avrebbe dovuto svolgersi con orario continuato dalle 9 alle 17 per consentire a più persone possibili di vaccinarsi contro la meningite”.

“Sicuramente una buona iniziativa – continuano - peccato che le dosi inviate erano inadeguate per vaccinare tutti coloro che si sono recati in questi ambulatori, tanto che in mattinata fossero finite. Le persone che nel pomeriggio si sono recate per la vaccinazione, non avendo facebook per leggere, hanno fatto un viaggio a vuoto. Ci sembrano un po' esigue le 1190 dosi somministrate, se consideriamo la popolazione della provincia, anche perché per quanto fosse una vaccinazione aggiuntiva a quelle ordinarie, la possibilità di non aspettare mesi per poter essere vaccinati ha spinto in molti a recarsi ai presidi ospedalieri. Gli organizzatori avrebbero potuto e dovuto prevederlo. Senza contare che per garantire un effettivo diritto alla sanità sarebbe opportuno potenziare le strutture ospedaliere così da abbattere i tempi di attesa che spesso scoraggiano gli utenti. Ricordiamo che la Toscana già da tempo è fanalino di coda rispetto alle altre regioni per quanto riguarda le liste di attesa."

Concludono: “Al di là dei proclami dell'Assessore Ferretti e del Consigliere Regionale Scaramelli il vaccino-day, anzi il vaccino-morning visto che è finito nel giro di una mattinata, poteva essere organizzato in maniera sicuramente più adeguata ed efficiente. Purtroppo ormai siamo abituati ad assistere, a tutti i livelli dalle amministrazioni comunali fino ad arrivare al Governo, al lancio di iniziative con titoli sensazionalistici per poi subito dopo capire che erano soltanto spot pubblicitari senza alcun reale riscontro, questo è il renzismo."

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità