QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 17° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 01 maggio 2017

Attualità mercoledì 19 aprile 2017 ore 11:14

Prima stagione teatrale per il Teatro Georgofili

Accordo firmato tra Amministrazione e l'associazione Te.Bo., che gestisce il Teatro Boni di Acquapendente, per la gestione del Teatro dei Georgofili

SAN CASCIANO BAGNI — Il Teatro Comunale, ex Accademia dei Georgofili Accalorati, è un piccolo teatro che deve le sue origini all’attività dell’Accademia dei Georgofili Accalorati che già sul finire del ‘700 era presente nel piccolo borgo termale e che aveva realizzato un teatro prima del 1785. A quella data infatti risale una supplica dell'Accademia al Granduca Pietro Leopoldo per poter conservare il proprio teatro che, in base a disposizioni emanate dal governo lorenese, doveva essere chiuso.

Il teatro subì profonde trasformazioni fra il 1936-1937 quando venne adattato a sede della locale Casa del Fascio. In quell'occasione, su progetto dell'architetto Alfredo Corradini, la sua disposizione venne capovolta e fu creata una nuova galleria sul lato opposto a quella originaria. Dopo la guerra, al piano superiore, ha ospitato le sedi di partiti politici e dell'artigianato senese. Prima della sua chiusura per inagibilità, il teatro è stato utilizzato come cinematografo (fino al 1979) e come sala prove per la locale Filarmonica (fino al 1983). Dopo un opportuno e consistente restauro, su progetto dell'architetto Giampiero Chiucini, il teatro ha ripreso la sua attività nel 1999 proponendosi come uno spazio ideale per piccoli spettacoli e iniziative pubbliche.

Oggi la collaborazione con il Teatro Boni dichiara il desiderio dell’Amministrazione di renderlo sede di stagioni teatrali vere e proprie. In realtà la collaborazione con il Teatro Boni di Acquapendente nasce da una volontà più ampia di collaborazione tra le Amministrazioni Comunali di San Casciano dei Bagni, Acquapendente e Allerona, sancita già molti anni fa con un protocollo di intesa volto all’integrazione delle attività di questi comuni molto vicini tra loro seppur posti in tre regioni diverse e che oggi le Amministrazioni intendono rinnovare.

Il Teatro dei Georgofili Accalorati di San Casciano non ha mai ospitato una vera e propria stagione teatrale e finalmente quest’anno per la prima volta la vedrà sperimentata sotto la direzione artistica di Sandro Nardi, regista, attore, direttore artistico di importanti festival, rassegne teatrali, Teatro di Strada, Circo/Teatro e Teatro/Danza.

“L’affidamento in gestione appena firmato intanto è per un anno di sperimentazione - afferma il Vice Sindaco di San Casciano dei Bagni Agnese Carletti - un anno in cui dovranno essere testati vari tipi di spettacoli per diverse tipologie di pubblico, per capire come potrà funzionare il nostro teatro. Per noi poterlo inserire all’interno dell’attività di un teatro sempre più affermato come il Teatro Boni è molto importante e siamo convinti che grazie all’esperienza e alla disponibilità sia dell’associazione Te.Bo e in particolare del suo presidente Tolmino Piazzai, sia del direttore artistico Sandro Nardi, ben presto anche il Teatro dei Georgofili Accalorati, una chicca di neanche cento posti, potrà far parlare di sé”.

Il primo appuntamento frutto di questa collaborazione è fissato per domenica 23 aprile alle ore 18 quando sul palco del teatro di San Casciano andrà in scena “La Pentola d’Oro”, commedia ispirata all’Aulularia di Plauto, di Francesco Fanuele.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca