QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 17°32° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
venerdì 21 luglio 2017

Attualità venerdì 12 maggio 2017 ore 17:20

Accordo a tre per una rete cicloturistica

Toscana, Umbria e Lazio hanno firmato un accordo per lo sviluppo di itinerari cicloturistici interregionali come mezzo di esplorazione del territorio

ORVIETO — L'atto è stato sottoscritto dagli assessori regionali Vincenzo Ceccarelli, per la Toscana, Giuseppe Chianella, Umbria, e Fabio Refrigeri, Lazio.

Nel protocollo viene individuata e la messa in esercizio degli itinerari ciclabili nazionali, contenuti nelle proposte europea "Eurovelo 7" e nazionale "Bicitalia 5", la "Ciclopista del Sole" sull'asse Brennero - Bologna - Firenze - Roma attraversando le città di Arezzo, Chiusi e Orvieto, e "Ciclovia Romea", sull''asse Venezia-Roma attraverso il tratto toscano-umbro-laziale lungo il corso del fiume Tevere.

Dei due percorsi individuati come prioritari sono stati già realizzati alcuni tratti, mentre altri sono in corso di attuazione. In particolare, è stato evidenziato nel documento, sono esistenti il Sentiero della bonifica tra Arezzo e Chiusi, itinerario ciclabile sviluppato lungo le strade di bonifica collegato alla ciclopista dell'Arno che segue il fiume dalla sorgente alla foce; l'Itinerario ciclabile del Tevere, sviluppato tra i Comuni di San Giustino e Città di Castello, e Umbertide; l'itinerario ciclabile lungo il Tevere all''interno della Riserva naturale regionale Tevere-Farfa, nei Comuni di Nazzano e Torrita Tiberina, e la Pista ciclabile lungo il fiume Tevere all''interno della città di Roma, da Saxa Rubra a ponte Marconi.

"È importante costruire una rete di ciclovie che percorranoi principali itinerari delle nostre regioni - ha detto l'assessore Ceccarelli - ed è importante anche che queste siano collegatetra loro, creando percorsi interregionali e nazionali capaci di competere con le più grandi realtà cicloturistiche europee. Toscana, Umbria e Lazio stanno collaborando in maniera positiva. Questo impegno si tradurrà in una nuova infrastruttura ciclabile, utile per incentivare l'uso della bicicletta, il mezzo di trasporto più sostenibile, tra i cittadini, ma soprattutto capace di attrarre un nuovo tipo di turismo più lento e consapevole".

La mobilità ciclistica riveste un ruolo di rilievo nella programmazione delle tre Regioni che attraverso i rispettivi piani di settore e gli atti correlati intendono dare impulso allo sviluppo di questo sistema di mobilità per rispondere alla necessità di spostamento della popolazione e per consentire una fruizione del territorioa fini ricreativi e turistici, anche per realizzare una importante possibilità di sviluppo per le attività ricettive e dei servizi connessi.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità