QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 20° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 20 settembre 2017

Attualità giovedì 18 maggio 2017 ore 14:38

Maggiolata con i fiori Made in Italy

Edizione numero 80 per la Maggiolata Lucignanese che quest'anno sarà arricchita dal mercato straordinario di Campagna Amica della Coldiretti

LUCIGNANO — Ma non solo sapori, per la Maggiolata Lucignanese, festa dei colori, quest'anno i fiori che abbelliranno le porte di accesso al borgo fino al 4 giugno saranno realizzati dalla Cooperativa del Golfo che aggrega le produzioni floricole dell'agro nocerino-sarnese e dell'area vesuviana, tutto in collaborazione con la Filiera Agricola Italiana Spa, con il marchio FDAI, il marchio che garantisce il prodotto agroalimentare italiano. 

FDAI (Firmato dagli agricoltori italiani) è il marchio valoriale promosso dalla Coldiretti, per garantire in Italia e all’estero tutti quei prodotti provenienti al 100 per 100 dai campi e dagli allevamenti italiani che rispettano l’etica nei processi produttivi e assicurano, per contratto, una equa ripartizione del valore tra i vari attori della filiera. Il 28 maggio poi arte e fiori si intrecciano in un evento di particolare suggestione “Un Fiore....tra due primavere” un'allegoria floreale ispirata alla primavera del Botticelli con musiche tratte dalla primavera di Vivaldi realizzato dalla Associazione Nazionale Piante e Fiori, presieduta da Cristiano Genovali floricoltore versiliese, realizzata con la collaborazione di una formazioni di fioristi di assoluta eccezione.

La scelta della filiera corta – dice Tulio Marcelli, presidenti di Coldiretti Toscana – è stata rilanciata dalla nostra organizzazione dal 2000, quando abbiamo stretto il patto con i cittadini - consumatori per dar vita nel 2008 al progetto di Campagna Amica, esprimendo pienamente il valore e la dignità dell’agricoltura, rendendo evidente il suo ruolo chiave per la tutela dell’ambiente, del territorio, delle tradizioni e della cultura, della salute, della sicurezza alimentare, dell’accesso al cibo ad un giusto prezzo, dell’aggregazione sociale e del lavoro”.

“In un’epoca in cui la globalizzazione dell’economia porta a delocalizzare le produzioni e il “dumping” ambientale, sanitario e sociale è la regola per tenere bassi i costi, i produttori di Campagna Amica – dice Antonio De Concilio, direttore di Coldiretti Toscana - che scommettono sul loro territorio sono un grande esempio virtuoso. Sono imprenditori che continuano ad investire e innovare nella propria impresa, utilizzando pratiche agronomiche compatibili con la tutela dell’ambiente e della biodiversità. Sono agricoltori che si ostinano a rifiutare i semi geneticamente modificati (Ogm) e si impegnano a fare qualità a prezzi equi, con prodotti che rappresentano un importante patrimonio materiale e immateriale per tutto il Paese". 

Nella nostra regione sono oltre 1000 le aziende agricole che hanno scelto di condividere il Progetto Campagna Amica e 100 i Mercati settimanali degli agricoltori: di questi il Mercato in occasione della Maggiolata Lucignanese rappresenta una splendida sintesi.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità