QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 18°32° 
Domani 16°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
domenica 28 agosto 2016

Cultura martedì 09 febbraio 2016 ore 08:35

“Gec & Book”, quando i libri incontrano il rock

Stefano

In attesa del Lars Rock Fest dell’8-9 luglio, Gruppo Effetti Collaterali organizza incontri con autori, i cui libri sono legati al mondo del rock

CHIUSI — “Gec & Book – Effetti Col-letterari” farà parte del cartellone della IV rassegna di Libriamoci promossa da Sistema Promozione del Comune di Chiusi insieme al Gruppo Effetti Collaterali ed altre associazioni della cittadina chiusina.

Sarà Sabrina Orti del Gruppo Effetti Collaterali a intervistare l’autore del primo appuntamento: Stefano Solventi, nato nel 1969 a Poggibonsi, dove tutt'ora vive. Dal 2001 scrive recensioni, articoli e rubriche per le testate musicali Mucchio Selvaggio e SentireAscoltare. Nel 2009 pubblica "P. J. Harvey. Musiche. Maschere. Vita", biografia critica della cantautrice britannica Polly Jean Harvey.

Nel 2015 è uscito "La meccanica delle ombre", il suo primo romanzo dove il protagonista è Benni, Bernardo Stipoli, un quarantenne con un matrimonio alle spalle, una passione per il rock (quasi) appassita, un lavoro all’emporio dell’auto sempre più precario e un’ombra sulla parete della camera che lo inquieta. Rimasto coinvolto in tre incidenti avvenuti a poche settimane di distanza l’uno dall’altro, le vittime restano illese. Benni abbraccia malati di cancro che poi, pare, guariscono. È evidente che Benni sia un santone, un guaritore, suo malgrado. Oppure si tratta di coincidenze? Fatto sta che dall’inizio del romanzo fino alla fine, non sappiamo come si evolverà questa situazione paranormale.

Solventi parlerà del suo libro sabato 13 febbraio alle 17,30 presso il bar Golosia.

Se Solventi dovesse consigliare di leggere il suo libro direbbe: "Consiglierei di leggere il mio libro a chi non ha smesso di credere alla vita, che di miracoli è piena così com’è, anche senza un Dio. A chi non ha smesso di credere alla musica, malgrado tutta la brutta musica che egemonizza le playlist. A chi non ha smesso di crederci, in generale".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Sport