QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 20°29° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
sabato 23 luglio 2016

Attualità lunedì 07 marzo 2016 ore 17:16

Salvare San Filippino

Coniugi Richardson
Foto di: pagina facebook Comune Castiglion Fiorentino

E’ la missione dei coniugi Richardson ma che sta contagiando molti internauti e in sindaco Agnelli commenta: “Esempio di tenacia e voglia di fare”

CASTIGLION FIORENTINO — San Filippino è una cappella barocca con annesso appartamento, oggi completamente abbandonato, ma che Rita e Tim Richardson stanno cercando di farlo sopravvivere con un progetto di riqualificazione.

Rita Morgan e Tim Richardson, di origini italiane lei e americano doc lui, che oltre ai progetti di vita, li unisce anche la battaglia pro San Filippino. Tutto nasce nel 2010, l’anno in cui hanno deciso di acquistare un appartamento in via della Badiola a Castiglion Fiorentino, una delle strade più caratteristiche e suggestive del centro storico. Accanto alla loro nuova casa si trova una bella cappella barocca un tempo sede di una fiorente comunità di sacerdoti e laici oratoriani. Nel 1600 i preti seguaci di San Filippo Neri, da qui il nome del luogo di culto, si sono riuniti per eseguire opere di carità e aiutare i giovani oltre ad approfondire la loro fede. Da vivace centro sociale, erano presenti anche appartamenti per ospitare docenti residenti e pellegrini in viaggio, nei secoli ha ricoperto un ruolo sempre più marginale fino ad arrivare al completo abbandono.

Di fronte a questa immagine desolante Rita e Tim hanno fondato l'organizzazione “Amici di San Filippo”, un gruppo senza scopo di lucro per raccogliere fondi per ripristinare la cappella e le sue associate camere e appartamenti polivalenti. Per rendere virale la loro missione hanno aperto un sito internet ‘Amici di San Filippo’ con i relativi social.

Una volta restaurato, San Filippino, nel progetto dei coniugi Richardson, diventerà un fiorente centro sociale che offrirà l’opportunità di realizzare eventi oltre alla programmazione di appuntamenti sia religiosi che laici a beneficio di tutti, cittadini, turisti, studiosi, artisti e pellegrini.

“La passione per l’Italia e l’amore per Castiglion Fiorentino hanno reso la loro battaglia virale. Un’iniziativa fuori dal comune di grande coraggio, un grande esempio di tenacia e voglia di fare che spero diventi contagioso. Grazie di cuore alla famiglia Richardson” – è il commento del sindaco Agnelli.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità