QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 8° 
Domani -1°8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 06 dicembre 2016

Attualità venerdì 25 marzo 2016 ore 11:22

Venerdì Santo, le sacre rappresentazioni

Priocessione Radicofani
Foto di: immagine di repertorio

Sono molte le sacre rappresentazioni che nel Venerdì Santo prendono vita per ripercorre insieme ai fedeli le ultime ore di vita di Gesù Cristo

VALDICHIANA — Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato della processione di Radicofani, dove nella sera del Venerdì Santo viene celebrata la messa con la lettura della Passione, lo scoprimento e il bacio della croce da parte dei fedeli e alla fine del rito parte la famosa processione pasquale. Il lunghissimo corteo sacro è accompagnato dalla banda musicale.

Ma in Valdichiana, da Arezzo all'Amiata, sono molte le processioni storiche che nel periodo di Pasqua esprimono in modo significativo lo spirito religioso dando vita a momenti di preghiera e di raccogliemento di grande suggestione, rituali unici che si tramandano da secoli.

A Chianciano Terme si rinnova nel Centro Storico l’Antica Giudeata, composta da circa 150 figuranti in rigoroso costume storico. Diversi sono i gruppi, ognuno dei quali evoca scene della passione di Gesù, dai Soldati Romani a cavallo a quello commovente del Cristo che porta la croce al Calvario, dalla Madonna accompagnata dalle Pie Donne al grande corteo di Ponzio Pilato con ancelle e dignitari.

Anche ad Acquaviva di Montepulciano a partire della 21 si svolgerà la Via Crucis Vivente, una stazione iniziale che inizierà dopo l’ultima cena, nell’orto degli ulivi, dove si svolgerà la scena del tradimento di Giuda, con il bacio a Gesù, seguita dal triplice rinnegamento di Pietro. La Via Crucis si concluderà in Piazza della Vittoria, dove si svolgeranno le scene più drammatiche, con la crocefissione e la morte di Gesù.

A Castiglion Fiorentino l'ultima processione di «Gesù morto». Ruolo centrale ce l'hanno le tre compagnie, costituite ciascuna da 50 figuranti incappucciati, che ebbero origine nei primi secoli dello scorso millennio e che successivamente si dotarono delle attuali statue lignee: il martedì l'organizzazione l'ha garantita la compagnia di Sant'Antonio, mercoledì quella della Buona Morte e stasera la compagnia del Gesù.

La Processione del Venerdì Santo si terrà anche a Cortona per le vie del centro storico. Il rito cristiano coinvolgerà il borgo toscano con un corteo che partirà dalla Chiesa dello Santo Spirito.

La processione è una tradizione ormai consolidata per Cortona, che celebra così la morte di Cristo. Durante il rito saranno portati la Reliquia della Santa Croce e i simulacri della Passione. In caso di maltempo, la processione si svolgerà all’interno del Duomo.

A Monte San Savino, infine, una processione suggestiva, con i figuranti delle compagnie (i classici "bobio neri") che sfileranno con il classico passo cadenzato e lentissimo tra torce, croci e statue. Il "Cristo Morto” è accompagnato a mano, così come il crocifisso ligneo. Le donne portano la statua della Madonna Addolorata. Sono otto le compagnie che sfilano in notturna: Compagnia delle Vertighe; Compagnia di Santa Chiara; Compagnia del Suffragio; Compagnia del Crocifisso; Compagnia di Don Bosco; Compagnia dell’Opa; Compagnia di San Giuseppe; Compagnia della Misericordia.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cultura

Sport

Attualità