QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 11° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 12 dicembre 2017

Attualità mercoledì 15 marzo 2017 ore 14:24

I genitori di Sara chiedono giustizia

La giovane trovata senza vita nella villa di Cesa è morta per un cocktail di droghe; dopo il rito funebre musulmano verrà sepolta in Marocco

VALDICHIANA — Dal risultato dell’autopsia emerge che Sara, la ventenne di origini nordafricane residente a Sansepolcro trovata morta in una villetta di Cesa, è morta per un mix di oppiacei e cocaina. 

La giovane è stata trovata senza vita dai carabinieri, nuda con solo un asciugano sui fianchi e riversa a terra. Sul suo corpo nessun segno di violenza e intorno a lei tracce di spinelli, due siringhe e una scatola di antidepressivi.

L'esame autoptico è stato eseguito da Daniele Piergiovanni, dell'equipe di medicina legale di Siena, accompagnato dal tossicologo Fabio Centini. Oltre all'utopsia sono stati eseguiti dei prelievi di sangue, urine e liquido biliare, che saranno esaminati entro i prossimi due mesi.

La famiglia di Sara, intanto, chiede giustizia e vuole la verità sulla morte della figlia. I genitori adesso aspettano di poterle dare l’estremo saluto, poi Sara sarà portata in Marocco, sua terra di origine, dove verrà sepolta perchè a Sansepolcro non c’è un cimitero musulmano.

Intanto i carabinieri stanno ancora cercando i due magrebini che dovevano essere con la ragazza negli istanti prima della sua morte. Per il momento dei due uomini si sa che sono spacciatori con precedenti.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Politica