QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 10°15° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 20 settembre 2017

Attualità sabato 19 agosto 2017 ore 14:57

Acqua del Consorzio per combattere la grande sete

Determinante il ruolo del Consorzio nel rispondere alla grande sete e alle esigenze di una agricoltura moderna

VALDICHIANA — Fondamentale è il ruolo che svolge il Consorzio nel garantire l’approvigionamento idrico per irrigare in campi in una stagione particolarmente siccitosa come quella attuale. Il Consorzio, grazie ad una convenzione con la Regione, gestisce l’acqua dell’invaso di Montedoglio per quanto riguarda l’impiego in agricoltura per uso irriguo.

Tanto per dare qualche dato che spiega il valore del servizio, ad oggi i consumi di acqua sui 4 distretti gestiti dal Consorzio, si attestano su circa un milione 500mila metri cubi e si prevede che a fine stagione si arrivi ad oltre due milioni di metri cubi distribuiti alle utenze. Per il presidente Paolo Tamburini, «il Consorzio garantisce acqua di qualità a tutti gli agricoltori delle varie vallate e offre una valida risposta al grande caldo e al paventato rischio di siccità per le colture».

Per questa annata, in totale sono pervenute 154 domande e sono state rilasciate ad oggi 149 concessioni per una superficie irrigata di 590 ettari in provincia di Arezzo e di Siena.

Le colture prevalenti sono piante fruttifere per circa 235 ettari, mais per circa 254 ettari e piante ortive per 35 ettari, rispettivamente il 40%, il 43% ed il 6% della superficie complessiva. Riguardo alle tecniche di irrigazione sono 457 gli ettari irrigati per aspersione e 133 quelli irrigati secondo il metodo della localizzazione.

Il Distretto n.1, si trova nella zona nord di Arezzo interessa il Comune di Arezzo, località Chiassa, Vico, Tregozzano, Campoluci, Petrognano e Quarata. In esercizio dal 1998 con una superficie attrezzata di 800 ha, irrigati stagionalmente 100 ettari e con un consumo variabile negli anni dai 100mila ai 150mila metri cubi. Le colture prevalenti sono mais (55 ha) e ortive ( 20 ha). Metodi di irrigazione: aspersione (50 ha) e localizzazione (48 ha). Il Distretto n. 21, è ubicato nella zona sud di Arezzo e interessa i comuni di Arezzo, Monte San Savino e Civitella in Val di Chiana, località Mugliano, Pieve al Toppo, Badia al Pino, Tuori, Tegoleto, Vado. In esercizio dal 2012 con una superficie attrezzata di 1600 ha, irrigati stagionalmente 300 ha e con un consumo variabile negli anni dai 700.000 mc ai 1.000.000 mc. Colture: frutteti (250 ha), piante ortive (20 ha), mais (10 ha). Metodi di irrigazione: aspersione (140 ha) e localizzazione (140 ha). Il Distretto n. 7 si trova, invece, nel comune di Castiglion Fiorentino tra la località Pozzo Nuovo e Manciano. In esercizio dal 2015 con una superficie attrezzata di 350 ha, irrigati stagionalmente 45 ha e con un consumo pari a 90.000 mc. Colture: piante ortive (37 ha), mais (4 ha). Metodi di irrigazione: aspersione (10 ha) e localizzazione (32 ha). Infine, il Distretto n. 42-43 localizzato nel comune di Montepulciano in provincia di Siena è localizzato nella piana di Valiano, Acquaviva, e Montepulciano stazione. Collaudato nel 2015 e in esercizio dal 2016 con una superficie attrezzata di 800 ha, irrigati 85 ha e con un consumo pari 55.000 mc. Coltura prevalente: mais. Metodi di irrigazione: aspersione (85 ha).

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità