QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 20° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 30 marzo 2017

Attualità lunedì 10 ottobre 2016 ore 13:57

Invalidi del lavoro in festa con Anmil

Domenica 9 ottobre nel Comune di Torrita di Siena si sono svolte le celebrazioni della 66^giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro

TORRITA DI SIENA — Organizzata dal comitato Anmil di Torrita, con il supporto della Anmil provinciale, le celebrazioni hanno visto la partecipazione del presidente Anmil provinciale Giuliano Mannucci, il presidente della terza commissione toscana Stefano Scaramelli, la responsabile della sicurezza sul lavoro Asl Sud Est Toscana Patrizia Cinti e Riccardo Agnoletti in rappresentanza della provincia di Siena, oltre a tanti altri amministratori locali e a numerosi cittadini della Valdichiana che con gli stendardi dell'Anmil, dei comuni, della provincia hanno invaso piazza Don Giovanni.

La mattinata è stata rallegrata dalle esibizioni della scuola sbandieratori e Tamburini e dalla banda La Samba. Il momento più significativo è stato l'inaugurazione del monumento dedicato agli invalidi ed ai caduti sul lavoro posto nel parco Nando Valdambrini, opera dell’artista torritese Giuliano Censini dal titolo “Speranza nella vita”. La scultura è lineare a base quadrata con due pareti che si innalzano di materiale lapideo vogliono richiamare l'abito dell'uomo e la sua integrità; nello spazio reticolare poi si trovano racchiusi ciotoli di fiume a significare le varie e diverse problematiche della vita. La scultura irrompe su un cuneo di cristallo come simbolo dell'evento violento che scuote la routine quotidiana come metafora di un incidente sul lavoro, ma che trova una luce diversa rappresentata dai vetri colorati. L'opera è stata realizzata grazie al contributo morale e materiale di molte attività e concittadini torritesi.

“Nel ringraziare il comitato promotore l'Amministrazione Comunale, fin da subito ha appoggiato questo importante progetto e la sua realizzazione. Le morti bianche e gli infortuni sul lavoro sono da sempre una piaga drammatica della nostra società e rappresentano un momento triste per i territori che fanno da cornice a lutti ed invalidità, spesso evitabili” – ha dichiarato il sindaco Grazi.

Il presidente della sezione Anmil Torrita, Giancarlo Capitoni, visibilmente emozionato, ha rimarcato la bellezza e lo splendido messaggio dell'opera “che resti per noi un punto non solo dove incontrarci, ma un punto per ritrovarci”.

Nel palazzetto dello sport poi si è svolta la cerimonia civile, aperta dagli alunni delle classe 5^ dell'Istituto Parini di Torrita, i quali hanno recitato poesie a tema sicurezza sul lavoro e le maestre hanno sottolineato l’importanza di sensibilizzare anche le giovani generazioni alla sicurezza sul lavoro, perché non si può morire di lavoro.

Poi la parola è passata al presidente Anmil provinciale Giuliano Mannucci che ha ricordato i dati delle morti sul lavoro a livello provinciale e nazionale. L’Inail invece ha parlato dell’attività di reinserimento sul posto di lavoro dei lavoratori infortunati e l’importanza di stare vicino alle famiglie delle vittime per fornire tutti gli strumenti necessari per far fronte ad un avvenimento in grado di cambiare la vita all’infortunato ma anche a chi gli sta vicino. Su questa lunghezza anche l'intervento del consigliere regionale Stefano Scaramelli che ha illustrato come la regione si sta muovendo per la riabilitazione convenzionata attivata in tutta la regione. 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità