QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 16°33° 
Domani 17°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
venerdì 26 agosto 2016

Attualità giovedì 24 marzo 2016 ore 14:15

Caos scuolabus, i sindacati incalzano il sindaco

Foto di: immagine di repertorio

I sindacati, Fp Cgil, Fp Cisl e Usb, dopo 20 giorni dal disservizio dello scuolabus, tornano sull’argomento e chiedono risposte al sindaco

TORRITA DI SIENA — Le sigle sindacali dicono: “Dopo oltre 20 giorni dal disservizio dello scuolabus di Torrita tutto tace. Le gravi e improvvide dichiarazioni mediatiche rilasciate dal Sindaco con le quali si annunciavano “seri provvedimenti disciplinari e licenziamenti per i dipendenti inadempienti” sono state seguite dal nulla” e ad oggi non risulta che sia stata intrapresa alcuna azione per appurare il reale problema che ha causato il disservizio”.

I sindacati continuano: “Tra l’altro il Sindaco, in uno slancio di alto pensiero istituzionale, aveva affermato che i Sindacati “coprono i vagabondi”; noi su questo lo sfidiamo pubblicamente. Se era così convinto delle sue ragioni perché non ha fatto chiarezza in modo da appurare se davvero ci sono stati “vagabondi” oppure se si è trattato, come da noi ipotizzato, di una disorganizzazione interna che non può certo essere imputata ai dipendenti ma ad un modello gestionale da lui stesso impostato? – poi le sigle continuano - Un’ulteriore perla di senso istituzionale da parte del primo cittadino è stata quella di invitare le organizzazioni sindacali ad un incontro con i lavoratori solo in qualità di ‘uditori’. Cioè: venite, ascoltate, ma senza parlare. Questo è il senso di democrazia: nessun dissenso è permesso. Come mai alla nostra risposta con richiesta di convocazione ufficiale non è stato dato alcun riscontro? Forse il confronto civile e democratico fa paura?”.

Infine i sindacati concludono: “Da evidenziare infine che, come avevamo già paventato nel precedente comunicato sul rischio di esternalizzazioni, è stata adottata, peraltro senza alcuna informazione preventiva, una determina per cedere temporaneamente e parzialmente l’attività di trasporto scolastico a terzi. Certo sarebbe spiacevole se fosse verificato che già prima che accadesse il disservizio il personale dell’azienda che adesso gestisce parzialmente il trasporto era già sugli scuolabus ad imparare e memorizzare i tragitti! Ma te guarda a volte le coincidenze!”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Attualità