QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi -2°5° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
domenica 19 febbraio 2017

Attualità lunedì 28 novembre 2016 ore 19:20

Una fiaccolata per dire basta alla violenza

Tutti i Comuni della Valdichiana senese si sono dati appuntamento a Sarteano per la fiaccolata di solidarietà contro il femminicidio

SARTEANO — Oltre cento donne in Italia ogni anno vengono uccise da uomini che sempre più spesso dicono di amarle. Ai femminicidi si aggiungono poi violenze che sfuggono ai dati ma che, se non fermate in tempo, rischiano di fare tante altre vittime.

Secondo l’Istat sono quasi 7 milioni le donne che nel corso della propria vita hanno subito una forma di abuso e le iniziative che si sono svolte il Valdichiana in occasione della Giornata Internazionale della violenza contro le donne hanno avuto come obiettivo proprio quello di fare il punto su questo drammatico fenomeno e sensibilizzare la società.

L’evento clou della tre giorni di iniziative della Valdichiana si è svolto domenica 27 a Sarteano, quando è stata organizzata una fiaccolata di solidarietà contro il femminicidio, organizzata Comuni della Valdichiana senese e promossa Servizio Associato Pari Opportunità con la collaborazione della Nuova Accademia degli Arrischianti.

Tante donne, e non solo, unite sotto lo slogan 'Una in meno' urlato in tutto il mondo, dalle piazze polacche a quelle spagnole, dalla Francia all’Argentina, dove il movimento ha preso piede, si sono date appuntamento in Piazza XXIV Giugno per manifestare contro questo ignobile problema che sta attanagliando la nostra società e per spronare le vittime di violenza a denunciare, perché è solo attraverso la parola che si possono attivare percorsi per dire basta ad ogni forma di violenza essa sia, fisica o psicologica.

Per l’occasione Piazza XXIV Giugno era invasa da scarpe rosse, simbolo della giornata internazione contro la violenza. Sandali, sneaker e décolleté, tutte rigorosamente rosse che simboleggiavano la marcia di donne assenti, ogni paio di scarpe rosse ricordava una donna scomparsa, traccia di una violenza subita e il ricordo di un dolore insopportabile.

Valentina Chiancianesi
© Riproduzione riservata

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità