QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 11°22° 
Domani 11°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 22 maggio 2018

Spettacoli sabato 16 maggio 2015 ore 09:45

Ricco programma per il Festival Orizzonti

Presentato il nuovo programma del Festival Orizzonti 2015, che andrà in scena dal 31 Luglio al 9 Agosto e il tema scelto è MediTerranea



CHIUSI — Il festival di aprirà il 31 Luglio prossimo e il programma prevede performance teatrali, musicali e di danza che faranno vivere la cittadina in un’atmosfera dei miti mediterranei per eccellenza con artisti nazionali e internazionali che provengono da tutta l’area mediterranea.

Il tema scelto per la XIII edizione di Orizzonti Festival delle Nuove Creazioni nelle Arti Performative è infatti Mediterranea, spazio e tempo per mostrare e interpretare la molteplicità culturale attraverso l’occhio, il corpo, la voce e la parola creativa degli artisti ospiti.

La sezione di prosa si apre con la Compagnia Pippo Delbono che, dopo una residenza artistica, inaugura il Festival con la versione definitiva deLa Notte. Segue Fortebraccio Teatro, nuovamente a Chiusi, che con Roberto Latini, vincitore del premio Ubu 2014 come migliore attore, porta in scena Metamorfosi (di forme mutate in corpi nuovi). A tornare per il secondo anno è anche la compagnia bolognese de Teatri di Vita con la versione definitiva di Lomosessuale o la difficoltàdi esprimersi.

Altri appuntamenti di prosa di primissimo rilievo quelli con Valter Malosti - Teatro di Dioniso e con Gli Incauti, giovani e affermati artisti della scena nazionale guidati da Simone Toni in una nuova coproduzione Orizzonti–Incauti.

Continuano gli appuntamenti con le VisitAzioni di Paolo Panaro realizzate in collaborazione con il Centro Diaghilev di Mola di Bari; l’attore-narratore Paolo Panaro toccherà i luoghi nonteatrali della Città di Chiusi (dal Lago, ai Musei fino alle Torri) e accompagna lo spettatore con letture e performance nel meccanismo stesso di produzione dello spettacolo attraverso la compartecipazione.

Prosegue, inoltre, il progetto artistico della Compagnia Orizzonti, composta dalle eccellenze territoriali del senese: Laura Fatini e Gabriele Valentini realizzeranno due nuove produzioni, coinvolgendo attori professionisti e semiprofessionisti, provenienti dal tessuto artistico di Chiusi e dei Comuni limitrofi.

E il teatro-ragazzi torna con la proficua collaborazione di Ca’ Luogo d’Arte: un laboratorio e uno spettacolo dedicati al mondo degli animali.
Vi è poi la sezione danza che vede il Festival Orizzonti coproduttore dello spettacolo in prima assoluta ARIADNEamore: Emanuele Soavi InCompany, attiva in tutta Europa, porta sul palcoscenico insieme a danzatori, musicisti e performer uno. A impreziosire la programmazione coreutica è la Compagnia Adriana Borriello con la prima assoluta de Col Corpo Capisco #1Primo Studio.

La sezione d’opera viene inaugurata da Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni la cui messinscena è affidata a Lucas Simon, vincitore della seconda edizione del Concorso Orizzonti di Regia e Allestimento dedicato ai giovani talenti emergenti tra registi, scenografi, costumisti, light designers; il Maestro Sergio Alapont, Direttore Musicale del Festival, dirige l’Orchestra dell’Opera Italiana.

La seconda opera in programma è La Voix Humaine di Francis Poulenc con la storica interprete Tiziana Fabbricini. L’opera verrà eseguita nella trascrizione per pianoforte del compositore stesso.

La musica leggera e contemporanea è dedicata al duo inedito Paolo Fresu e Roberto Cipelli nell’esclusivo concerto Dal mediterraneo. Mentre, con Amiata Piano Festival, vicina realtà dedicata alla musica classica e sinfonica, viene invece coprodotto il concerto per pianoforte e violoncello di Maurizio Baglini e Silvia Chiesa.

Al termine di ogni giornata di Festival, la sezione Suoni dal Festival, finestra sulla musica contemporanea dedicata a performer, dj set e musica dal vivo.

Particolare attenzione è dedicata al Premio Orizzonti Festival Cittàdi Chiusi che chiude il festival e che quest’anno vede l’assegnazione a una delle attrici più note del nostro panorama teatrale, Franca Valeri, che festeggia a Chiusi i suoi 95 anni di età e oltre 70 di attività teatrale. La serata è presentata dall’attore e drammaturgo Pino Strabioli.
Completano le attività artistiche del Festival, la mostra di Guido Buganza e la cornice formativa del Festival, i laboratori di ChiusiperferieLab tenuti da Valter Malosti, Roberto Latini, Pippo Delbono ed Emanuele Soavi; oltre alla masterclass di canto lirico e interpretazione scenica condotta da Tiziana Fabbricini e Andrea Cigni.

Nei fine settimana del Festival, Openspace Art, manifestazione dedicata ad artisti provenienti da tutta Italia, arricchisce il Centro Storico con esposizioni e mostre all’aperto.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Lavoro