QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 16°33° 
Domani 17°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
venerdì 26 agosto 2016

Attualità martedì 15 marzo 2016 ore 15:22

Il vino Nobile vola in Germania

Con il 46% la Germania rappresenta il primo paese di export del Nobile, a Dusseldorf la prima uscita ufficiale del nuovo logo del Consorzio

MONTEPULCIANO — A Dusseldorf il Consorzio è stato presente alla Prowein con uno stand che ha raccolto alcune aziende in forma diretta e la denominazione al completo presso il banco d’assaggio preso letteralmente d’assalto da operatori principalmente del mercato Mitteleuropeo, ma non solo dal momento che la Prowein è storicamente una fiera aperta al trading internazionale. Tre giorni di grande lavoro con centinaia di contatti diretti pronti a scoprire le ultime annate in commercio da poco presentate all’Anteprima del Vino Nobile, il Nobile 2013 e la Riserva 2012.

“Possiamo dirci più che soddisfatti di questa prima uscita fieristica dell’anno – ha commentato il presidente del Consorzio del Vino Nobile, Andrea Natalini – per un mercato, quello tedesco che già nel 2015 è tornato a crescere, ma che per l’anno in corso sta già dando degli ottimi risultati già a partire da questo primo trimestre”.

In attesa del Vinitaly di Verona, a Dusseldorf il Consorzio del Vino Nobile si è presentato con il nuovo logo, derivato dal lungo processo di restyling: il nuovo “sigillo” accompagnerà i prossimi anni l’immagine coordinata del Vino Nobile. Il grifo, proposto sotto un altro aspetto, ovvero seduto sopra la città, Montepulciano, a salvaguardia di questa, ma con le ali spiegate, pronto a spiccare il volo, così come ha fatto negli ultimi anni il suo vino.

Sul mercato tedesco il vino Nobile è cresciuto del 3% e con il 46% del totale della quota esportazioni resta il primo paese per le vendite del Nobile. Il dato più significativo arriva ancora una volta dagli Stati Uniti che segnano un più 10% nel 2015 arrivando a rappresentare il 20 per cento dell’export del Nobile. Successo anche per i mercati asiatici ed extra Ue con oltre il 7 per cento delle esportazioni.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità