QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 20°33° 
Domani 20°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 24 agosto 2016

Attualità mercoledì 10 febbraio 2016 ore 12:04

Una Vecchia Cantina da record

La Vecchia Cantina chiude il 2015 con numeri da record: fatturato di 15 milioni di euro, 400 soci, 40 dipendenti ai quali si aggiungono 25 stagionali

MONTEPULCIANO — 4 milioni e 580 mila bottiglie prodotte ed un bilancio 2015 approvato con un fatturato di quasi 15 milioni di euro, un +14% rispetto all’anno precedente, sono questi i numeri della Vecchia Cantina di Montepulciano, nata nel 1937 e che nei giorni scorsi ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione. 

Il nuovo consiglio resterà in carica per il triennio 2016-2018: confermato il presidente Adriano Ciofini; il vicepresidente è Fabrizio Sallusti; mentre i consiglieri sono Sabrina Lazzerini; Maria Luisa Vessichelli; Diego Ribiani; Lorenzo Bui; Mauro Della Camera (confermato); Doriano Della Giovampaola (confermato); Nicola La Rocca.

Oltre ai propri soci, la cooperativa poliziana ha altri soci a Torrita di Siena, Sinalunga, Cortona e Castiglion del Lago, per una produzione di Vino Nobile, annata e riserva, di 1 milione e 555 mila bottiglie; 920 mila bottiglie di Rosso di Montepulciano; 780 mila di Chianti Docg e 340 mila bottiglie di Chianti Colli Senesi; oltre alle produzioni di Cortona Doc, Valdichiana e Igt Toscana e Igt Umbria.

Quattro linee principali di prodotto in cui vengono differenziati uvaggi e provenienza delle uve, circa metà della produzione va all’estero con l’80% diviso fra il mercato di Usa e Germania, presenza anche in Cina, Giappone, Russia e Danimarca.

«Obiettivo dei prossimi anni – sottolinea Ciofini – è consolidare i mercati esteri e riuscire ad abbattere ulteriormente i costi di produzione; dobbiamo continuare il ritiro delle uve in modo costante per dare ossigeno ai soci. La cooperativa si è impegnata nel progetto integrato di filiera della Regione Toscana, con il Consorzio del Vino Nobile, che permetterà – se il Pif verrà approvato – di portare avanti investimenti infrastrutturali e migliorativi alla cantina e di accentuare la strada del risparmio energetico».

Gli auguri di buon lavoro al nuovo cda della Vecchia Cantina arrivano dal presidente della Cia Siena Luca Marcucci che afferma: “La Vecchia Cantina è una realtà solida che ha chiuso il 2015 con dati molto positivi e che rappresenta la prima azienda del territorio di Montepulciano per numero di dipendenti. Una cooperativa che svolge appieno il ruolo sociale, riuscendo a liquidare il prezzo delle uve a oltre 400 soci, permettendo anche ad aziende agricole di piccole dimensioni di ricavare un reddito importante».

Per la vendemmia 2015 la Vecchia Cantina di Montepulciano ha liquidato le aziende associate, per il conferimento delle uve, per 6 milioni e 400 mila euro.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Spettacoli

Cronaca

Attualità