QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 17°32° 
Domani 16°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 29 agosto 2016

Attualità martedì 16 febbraio 2016 ore 08:40

“Camucia è sempre l’ultima ruota del carro?"

M5S si dice preoccupato per Camucia e per il suo sviluppo con una progettazione approssimativa che non le permette di crescere come dovrebbe

CORTONA — "Dal punto di vista commerciale, il centro commerciale poteva essere uno tra i più importanti della provincia aretina e tanto per farvi capire il numero delle attività con sede fissa era sicuramente importante ed il mercato era il secondo in ordine di giro d’affari solo al mercato di Arezzo del Giotto - dice il movimento - Si dovrebbe forse avere più rispetto a chi ha contribuito alla crescita del paese ed avere strategie che ne consentissero perlomeno la sopravvivenza, ma questo non è ciò che interessa oggi, oggi si sposa la grande distribuzione, i centri commerciali e tutto quello che forse non servirebbe ormai”.

“Si potrebbe parlare a lungo degli errori e della filosofia che fino ad oggi ha guidato i nostri amministratori che più che del bene comune si sono occupati del bene di qualcun altro, ma questo è ieri e oltre alle recriminazioni si può fare poco. Intanto per migliorare la qualità della vita si potrebbe avere più rispetto per ciò che è stato scoperto sotto Camucia e che avrebbe potuto e dovuto essere valorizzato per rispetto e per responsabilità verso la nostra storia e non vederlo come un freno al facile guadagno commettendo delitti che ancora oggi chiedono vendetta, ma questo è ieri, oggi c’è il bene comune?” – si domanda il 5 stelle.

“Quello che mi preme di più - dice il congliere Scorcucchi - è cominciare da subito a considerare Camucia come “il panorama di Cortona” per esempio. Avere un bellissimo quadro ed imprigionarlo in una brutta cornice significa valorizzarlo? Noi crediamo di no e di questo si può senza dubbio fare riferimento a chi ci ha governato senza mai preoccuparsi in realtà del vero sviluppo e senza avere un’idea di cosa dovesse e potesse divenire Camucia e se si aggiunge che tutto ciò a volte è stato fatto e condito addirittura con dolo, ci potremmo preoccupare da domani di chiunque abusi della parola Sviluppo, quando si parlerà di Camucia”

Il 5 stelle poi fa riferimento alla zona della Maialiana: “Si potrebbe ripartire anche dalla zona della Maialina, già “luogo sacro” per molti di noi che hanno più o meno tutti sudato, imprecato, pianto ma anche gioito e goduto su quella terra, che in fondo ha battezzato molti di noi che amiamo il calcio. La totale mancanza di iniziative, tranne la splendida festa dell’Unità, che potrebbero fare da aggregante e creare un sentimento di appartenenza. Una mancanza che in questi anni hanno provato a colmare i commercianti e pochi altri, al limite evidenziarlo, come in passato è stato per la Tomba Etrusca di Camucia, trascurata e dimenticata ancora oggi, o per Piazza Sergardi che fino a pochi anni fa era una vergogna”.

“La stazione di Camucia – continua il Movimento - è una delle porte di ingresso principali del turista e non si può avere una stazione ferroviaria tenuta in quelle condizioni e soprattutto senza informazioni turistiche e servizi adeguati per non parlare poi delle possibili sinergie che Cortona potrebbe attivare con i parcheggi di Camucia e relative navette, risolvendo così un problema vecchio e mai affrontato seriamente della mancanza dei medesimi a Cortona, un pò come già succede anche a Montepulciano. C’è molto ancora da fare e questa volta però sarebbe bello avere un progetto di “sviluppo” vero e non solo cemento armato”.

“Oggi non ci sono risorse e quindi anche lo sviluppo va a rilento, ma si trovano 180.000 euro o forse di più per le Chianacce, siamo perfettamente consci dell'utilità di un centro di aggregazione sociale per una frazione come le Chianacce, ma si dovrebbe ragionare per priorità di intervento e da questo punto di vista Camucia rappresenta un’emergenza considerata anche la scarsità degli interventi realizzati negli ultimi 20 anni, o forse più, nel centro abitato più popoloso del Comune”.

M5S si augura: “Ci auguriamo che un giorno la gente di Camucia si svegli e comprenda che con il voto e la partecipazione potrà cambiare il proprio destino come il destino del territorio e che gli amministratori facciano scelte più oneste ed intelligenti in futuro. Come ha detto, non da molto, una loro illustre rappresentante, anche i voti cominciano a “puzzare”, la gente non è stupida, vogliamo credere e sperare che si renda conto e faccia ciò che è giusto non sempre ciò che sembra convenire. Se ci rendiamo coscienti e consapevoli di essere parte di un “sistema” e che quindi ci sono aree votate a certi servizi e che vanno ottimizzati ed aree dove in realtà forse non si dovrebbe più cementificare a cuor leggero, ricordiamoci che in realtà si spendono i “nostri soldi” e che quindi dovrebbero avere più rispetto a priori”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Sport