QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi -2°9° 
Domani -3°3° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 08 dicembre 2016

Sport venerdì 29 gennaio 2016 ore 17:15

Per la Emma Villas svanisce la Coppa Italia

La Emma Villas esce sconfitta contro la capolista Tonno Callipo, con la delusione di non poter contendere il titolo di campione d'Italia

CHIUSI — La sconfitta è arrivata dopo una dura battaglia con la squadra di casa, alla quale i leoni toscani nei primi due set hanno saputo dare del filo da torcere. La Emma Villas parte con Scappaticcio, Tamburo, Di Marco, Bortolozzo, Snippe, Noda Blanco e Marchisio (libero).

Comincia all'insegna dell'equilibrio il match tra le due semifinaliste della Coppa Italia, che avanzano punto a punto, tra errori in battuta e azioni vincenti da entrambe le parti. Un muro di Andrea Di Marco permette alla Emma Villas Siena di conquistare il primo break e portarsi in vantaggio. La formazione toscana si avvia rapidamente verso il time-out tecnico, conquistando il dodicesimo punto grazie a un attacco vibonese finito out. Al rientro in campo il secondo tecnico di gara fischia due falli d'invasione ai toscani e la Tonno Callipo recupera punti portandosi sull'11-13.

Mister Caponeri chiede il time-out discrezionale sul 14-15, dopo la rapida e minacciosa rimonta dei padroni di casa. Nonostante un attacco di Di Marco riporti la Emma Villas Siena in vantaggio di due lunghezze, Vibo Valentia conquista il pareggio, bloccando un attacco di Tamburo, e si porta in vantaggio con il muro successivo. Sul 19-17 nuovo time-out tecnico e al rientro in campo Bortolozzo conquista il diciottesimo punto e ci pensa Tamburo con un ace a ricucire il distacco e a portare il punteggio in parità.

A pochi passi dalla chiusura del set, la Emma Villas Siena riconquista il vantaggio sul 20-21 e costringe coach Mastrangelo al secondo time-out discrezionale. Ultimi punti giocati sul filo del rasoio: mister Caponeri mette in campo Braga al posto di Bortolozzo, Noda Blanco riporta il punteggio in parità, ma terminano out la battuta di Braga e subito dopo l'attacco di Tamburo, la Tonno Callipo può giocare la prima set ball. Due energici attacchi di Noda Blanco annullano due set point per i calabresi. La squadra di casa gioca bene la successiva set ball e ferma con un muro un nuovo attacco di Noda Blanco, conquistando il set. 

Troppi falli dei toscani all'inizio del secondo set regalano punti agli avversari e le squadre avanzano ancora punto a punto, come nel precedente set. Con un attacco di Snippe e un muro di Bortolozzo la Emma Villas Siena conquista un break e ancora Snippe mette a segno due punti consecutivi, con due diagonali da posto quattro, e fa conquistare alla squadra toscana il time-out tecnico sul 9-12. Vedovotto e Casoli tentano un recupero impossibile e la Emma Villas Siena si porta a tre lunghezze conserva il vantaggio fino a indurre coach Mastrangelo a chiedere il time-out, ma la pausa fa bene ai padroni di casa che recuperano terreno e riportano il punteggio in parità sul 19-19, costringendo questa volta mister Caponeri a chiedere il time-out. Il tecnico bianco-blu chiama un doppio cambio: Majdak al posto di Tamburo e Raffaelli al posto di Snippe, dopo l'errore di Snippe in battuta che consente ai vibonesi di conquistare il 20-20.

Dopo un lungo scambio tra i due campi la squadra di casa si porta in vantaggio grazie a due muri out dei senesi. L'arbitro fischia un fallo di piede a Majdak e Vibo Valentia mette due lunghezze tra sé e la Emma Villas Siena e con un muro conquista il primo set point e chiude il secondo set con un ace. All'inizio del terzo set Caponeri mette in campo il centrale di maggior esperienza Braga, al posto di Bortolozzo, nonostante la buona prestazione del giovane centrale padovano. Mister Mastrangelo chiede presto il time-out discrezionale sul vantaggio di tre lunghezze dei senesi. L'Emma Villas Siena difende bene il vantaggio, raddoppia i break e dopo un'intensa serie di azioni vincenti da entrambe le parti, conquista anche in questo set il time-out tecnico sul punteggio con un muro di Braga.

Nella seconda metà del set sono ancora i toscani a condurre il gioco e grazie a un ace di Snippe conquistano cinque lunghezze di vantaggio, che spingono il tecnico giallo-rosso a chiamare il suo secondo time-out discrezionale.

Con due pallonetti consecutivi, che eludono la difesa toscana, la Tonno Callipo si porta a quattordici, ma la Emma Villas Siena guadagna prontamente altri due punti. I padroni di casa non gradiscono la piega che ha preso il set e tentano la rimonta accorciando le distanze ma con Tamburo prima e con Snippe poi la formazione senese mette nuovamente cinque lunghezze tra sé e gli avversari e, dopo il primo set point annullato da Vibo Valentia, conquista meritatamente il terzo set sul punteggio.

Con la Emma Villas Siena che ha riaperto i giochi impedendo alla Tonno Callipo di aggiudicarsi il terzo set e il match, la tensione è sempre più alta in campo e sugli spalti, occupati dai tifosi. I padroni di casa si portano subito in vantaggio, mentre la formazione toscana sta esprimendo un gioco meno efficace e attento del precedente set. Questa volta, invece, sono i giallo-rossi a conquistare per primi i dodici punti e il time-out tecnico. La pausa tecnica non riesce a smuovere la Emma Villas Siena e la squadra vibonese prende il largo costringendo coach Caponeri a chiamare il time-out. Noda Blanco conquista due punti consecutivi e fa salire a dodici i punti senesi ma la Tonno Callipo continua ad avanzare.

L'ottima prestazione espressa dalla squadra di casa e la mancanza di costanza nel gioco della Emma Villas Siena nel quarto set permettono ai vibonesi di chiudere il set con il punteggio di 25-19 e conquistare la vittoria e la finale di Assago.

Una sconfitta amara per la Emma Villas Siena che non riesce a conservare il vantaggio tenuto per la maggiorparte dei primi due set e perde così l’occasione di giocare la finale della Coppa Italia contro Sora.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità