QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 11°23° 
Domani 14°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 27 giugno 2016

Attualità venerdì 18 marzo 2016 ore 17:59

Massima qualità per il servizio mensa

Una biologa nutrizionista supervisionerà il cibo per gli studenti nelle mense del Comune al fine di garantire la migliore qualità del servizio offerto

CHIUSI — L’iniziativa è stata presa dal primo cittadino e dagli assessori della città in seguito alle riunioni svolte, durante l’anno, con i rappresentanti di classe e i membri della commissione mensa. Vari i compiti che saranno svolti, tra questi: la revisione della grammatura delle porzioni erogate secondo le normative vigenti da parte del Ministero della Salute e della Regione Toscana; sopralluoghi ai sei centri refezionali ubicati presso le scuole del Comune; ispezioni totali al centro di cottura situato a Chiusi Città; incontri con la commissione mensa, con i genitori, con gli insegnanti e con i rappresentanti di classe; e naturalmente un report di valutazione della situazione osservata con eventuali suggerimenti per migliorare il servizio.

“Abbiamo scelto di dare questa risposta – sottolinea l’amministrazione comunale – perché la qualità del cibo offerto ai nostri ragazzi durante la mensa è per noi una questione di assoluta importanza. Siamo certi che la professionalità della figura individuata in questo affidamento servirà a migliorare ulteriormente un servizio già molto buono, ma nel quale lo scrupolo e l’aumento della qualità non è mai abbastanza. I nostri ragazzi meritano il meglio e come amministrazione comunale continueremo ad impegnarci al fine di garantire uno standard che sia del più alto livello possibile.”

Il Comune di Chiusi continua, quindi, ad investire risorse per migliorare metodo e merito delle mense scolastiche della città. Questo servizio in affidamento è, infatti, solo l’ultimo di una serie di interventi che hanno visto ad esempio lo svilupparsi di un progetto mirato a far conoscere la qualità del cibo (Circo del Gusto) oppure l’eliminazione dei bicchieri, dei piatti e delle posate di plastica in favore della ceramica, del vetro e dell’acciaio.

La supervisione del servizio mensa scolastica da parte di una biologa nutrizionista durerà da marzo a maggio di quest’anno e poi saranno analizzati i dati registrati dall’attività in modo da capire come e se intervenire per migliorare l’intero servizio.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità