QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 13°26° 
Domani 12°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
sabato 01 ottobre 2016

Spettacoli giovedì 14 gennaio 2016 ore 10:00

Gullotta festeggia il compleanno al Mascagni

Leo Gullotta, 70 anni lo scorso 9 Gennaio, è il protagonista della divertente commedia di Noël Coward “Spirito allegro” andata in scena al Mascagni

CHIUSI — Settantanni di cui cinquantacinque passati sul palco, Leo Gullotta, dopo cinema e tv, torna in teatro e la fa con la commedia "Spirito allegro" in scena ieri 13 Gennaio al teatro Mascagni.

Leo Gullotta è stato accolto dal pubblico del Mascagni con grande calore, tra scrosci di applausi e auguri di buon compleanno, che anche se arrivati con un po’ in ritardo non hanno mancato di dimostrargli l’affetto e la stima che il pubblico prova per lui e per tutti suoi personaggi che hanno divertito intere generazioni.

La commedia di Noel Coward vede uno straordinario Leo Gullotta nelle vesti del protagonista e al suo fianco: Betti Pedrazzi, Rita Abela, Federica Bern, Chiara Cavalieri, Valentina Gristina, Sergio Mascherpa- Le scene sono di Ezio Antonelli, le musiche di Germano Mazzocchetti per la regia è di Fabio Grossi.

“Spirito allegro”, brillante e raffinata commedia della tradizione del grande teatro comico inglese che debuttò a Londra nel 1941, in piena Seconda guerra mondiale, dove rimase in scena per ben 1997 repliche. Del 1945 è la versione cinematografica con la regia di David Lean, che si aggiudicò l’Oscar per gli effetti speciali. Recentemente è stata messa in scena a Broadway con Rupert Everett e Angela Lansbury.

“Spirito allegro – spiega il regista Fabio Grossi – è una commedia dall’aspetto classico: aderente all’epoca in cui fu scritta, la novità sarà rappresentata dall’invettiva usata per raccontare il soprannaturale”.

Uno scrittore, vedovo e risposato, si documenta sullo spiritismo ed evoca per sbaglio, tramite una medium, il fantasma della prima moglie, che incomincia a perseguitare la sua rivale vivente e mette in atto una divertente serie di scherzi e misteriosi accadimenti.

Equivoci, battibecchi fra due “moglie” e una serie di misteriosi accadimenti hanno reso la commedia leggera ma con spunti di riflessione facilmente ricollegabili alla realtà e all’attualità nella nostra vita. I colpi di scena e avvenimenti imprevedibili, invece, hanno fatto si che nello spettatore sia stata sempre viva l’attenzione giocando su un’evoluzione della trama e un finale del tutto inconsueti e non convenzionali.

Leo Gullotta che il 9 Gennaio scorso, nonostante fosse il suo compleanno, era sul palco, alla domanda di come è passare il suo compleanno in scena, fatta da un giornalista del giornale La Sicilia, lui ha risposto: «Lavorare è la cosa migliore che possa accadere in questi tempi così problematici. Ho brindato accanto alle persone care, una cosa positiva rispetto alla solitudine di tanta gente».

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità