QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 11°24° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
venerdì 20 ottobre 2017

Attualità venerdì 22 settembre 2017 ore 11:41

Studio di fattibilità per un tempio crematorio

La maggioranza approva l’inizio del percorso per la realizzazione di uno studio di fattibilità sulla realizzare di un tempio crematorio al cimitero

CHIUSI — I consiglieri comunali hanno avuto modo di valutare un’ipotesi di progetto per un tempio di 900 metri quadrati di cui 450 interrati con due forni, varie stanze di servizio e visibile (nella parte fuori terra) per soli due metri al di sopra delle mura cimeteriali.

Secondo l’ipotesi di progetto analizzata, un tempio crematorio di questa dimensione potrebbe servire un territorio che dalla Città di Chiusi spazia in una distanza approssimata di 60 minuti di auto toccando così diverse province e regioni e, nello specifico per la città, potrebbe contribuire a risolvere le problematiche inerenti alla ricerca di terreno per nuovi spazi dedicati alle inumazioni e ai costi elevati per le esumazioni.

“Il gruppo consigliare di maggioranza ha espresso il proprio parere favorevole ad iniziare uno studio di fattibilità. Quello che abbiamo voluto esprimere con il nostro voto non è il consenso a un progetto definitivo, ma la volontà di verificare la possibilità di offrire alla nostra città un servizio che negli anni potrebbe crescere sempre più di importanza per arrivare ad essere essenziale. Tante e di diversa natura sono le riflessioni a cui si presta il tema in oggetto. Sicuramente ampliare il cimitero attraverso la realizzazione di un tempio crematorio significa affrontare un’esigenza e, allo stesso tempo, una problematica comune a tante città con una soluzione innovativa che, grazie alla formula del project financing ipotizzata, non solo non costerà nulla, ma addirittura porterà benefici in termini economici e di servizi di manutenzione per i prossimi 25 anni" - spiega il gruppo consiliare.

"Siamo soddisfatti di aver iniziato con determinazione un percorso che sicuramente sarà oggetto di riunioni dell’apposita commissione dove offriremo spunti propositivi di riflessione. Sicuramente non ci deve spaventare il fatto che l’area del cimitero è fortemente vincolata, ma anzi questo deve rappresentare un elemento di forza in quanto proprio i tanti vincoli ci garantiranno l’eccellenza del progetto definitivo perchè dovrà passare il vaglio del nostro consiglio comunale, della commissione paesaggistica della Regione, del Ministero, della Asl, dell’Arpat e della Sovrintendenza".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Cronaca

Cronaca