QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 17°32° 
Domani 17°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
venerdì 26 agosto 2016

Attualità venerdì 18 marzo 2016 ore 14:18

Questione sagre, Confcommercio in Comune

Una delegazione è stata ricevuta dal sindaco Agnelli, tra le richieste un regolamento più stringente per sagre e più controlli per i circoli privati

CASTIGLION FIORENTINO — Nei giorni scorsi si è svolto in Comune l’incontro fra il Sindaco Mario Agnelli, la comandante della polizia municipale Manuela Valli e i rappresentanti della delegazione Confcommercio della Valdichiana e alcuni operatori locali del settore pubblici esercizi.

Il tema motivo dell’incontro la ristorazione parallela, ovvero quella offerta da circoli privati e sagre, una questione su cui l’associazione di categoria è impegnata da anni per richiedere regole più stringenti che evitino gli abusi e la concorrenza sleale con le imprese della ristorazione.

“Che la questione delle sagre dovesse essere presa in esame lo avevamo capito fin dalla campagna elettorale. Tant’è che fin da subito abbiamo calendarizzato e regolamentato le iniziative che si svolgono ogni anno nel territorio intervenendo anche sui menù - dichiara il sindaco Mario Agnelli - Vogliamo sempre più regolamentare le attività dei circoli. Mi preme sottolineare anche il modello a cui mi piacerebbe che ognuno nel suo piccolo iniziasse a muoversi: riversare almeno una parte dei proventi delle sagre anche ad enti ed iniziative benefiche. Un buon esempio di welfare sociale che oltre a non pesare sulle tasche dei cittadini aiuta chi ha più bisogno”.

“Il sindaco ha pienamente dimostrato di aver compreso le nostre istanze - dice il responsabile della delegazione Confcommercio della Valdichiana Carlo Salvicchi - gli abbiamo chiesto di rivedere il regolamento comunale sulle sagre, che attualmente è troppo permissivo e generico. Auspichiamo l’inserimento di alcune limitazioni più stringenti, per esempio sul menù, poi sulla durata (15 giorni, seppure frazionabili, sono davvero troppi!) e altri aspetti. Speriamo di arrivare presto ad un accordo che ponga fine al fenomeno della ristorazione mascherata, in pericoloso aumento”.

Oltre alle sagre, la vera spina nel fianco di tanti operatori è rappresentata dai circoli privati: “Privati quando si tratta di godere di vantaggi ed esenzioni fiscali, ma apertissimi a tutti quando si tratta di lavorare come veri e propri locali” - sottolinea il responsabile della delegazione castiglionese di Confcommercio Stefano Scricciolo - dal servizio bar alle serate danzanti, per non parlare di pranzi e cene o addirittura catering per cerimonie: alcuni circoli lavorano come e più delle imprese, promuovendosi al pubblico quando la legge li obbligherebbe a rivolgersi solo ai propri associati”.

Confcommercio auspica quindi la costituzione di una task force che includa tutte le autorità preposte ai controlli e alle sanzioni, dalla Asl alla Guardia di Finanza.

Ringraziando il sindaco, Salvicchi dice “in questo momento ancora difficile per l’economia, gli imprenditori hanno bisogno di un segnale di attenzione e di rispetto da parte delle autorità. Per questo serve riportare ordine e correttezza sul mercato, sgombrando il campo dalla concorrenza sleale e dall’abusivismo”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Sport